A Cosenza difficile volare alto

La politica nostrana, che a dire il vero disconoscevo, riserva sorprese che mi lasciano a dir poco sbigottito.Ho l´impressione che le amministrative siano viste dagli oltre 900 candidati cosentini come una sorta di concorso, con il quale si accede ad un contratto con la pubblica amministrazione per 5 anni. Come tutti i concorsi molti sono i concorrenti pochi i vincitori. In tutto questo la politica non trova posto, se non quella paesana fatta di accordi sottobanco, di voti comprati o barattati, di ammiccamenti e voluttuose promesse. I giornali locali fanno da contorno ad un quadro generale che non riesce a volare alto, ma che secondo me non riesce neanche a staccarsi dalla pista di qualche centimetro. Così si finirà contro le reti di delimitazione, il fondo pista è stato già toccato con l´ultima fase del governo cittadino, ma all´orizzonte nulla di buono.