Apre a Cosenza la Fabbrica di Niki

Un laboratorio di sperimentazione, confronto e discussione su quale proposta sostenibile può esser fatta a sinistra. Acquisito il fatto della decadenza morale ed ideale di tutti i partiti tradizionali, autoreferenziati e ormai distanti anni luce dalle problematiche del quotidiano vivere. Bisogna iniziare rimboccandosi le maniche a ricostruire una sinistra unitaria, plurale, democratica e solidale, che abbia il coraggio di voltar pagina senza se e senza ma. Una sinistra che partendo dall'accettare la sconfitta della sua ormai obsoleta classe dirigente, possa con una propulsione dal basso rifondarsi su basi popolari, etiche ed ideologiche.  Senza esitare abbiamo deciso di intraprendere questa strada difficile e lunga aperta al contributo di tutti certi di poter dare voce a tutti, alzando anche i toni quando sarà necessario, vogliano fare politica e praticare i luoghi della stessa, lontani dai santuari dei partiti che accolgono ormai solo i sarcofaghi di una politica e dei suoi rappresentanti che nei metodi e nella sostanza è ormai defunta. Vogliamo dare e darci voce per farci ascoltare, senza chiedere o pietire scranni o poltrone, vogliamo solo affermare fortemente il senso della buona amministraione, dell'etica pubblica, della giustizia e della legalità ma soprattutto della democrazia quella vera compartecipata.

Giorgio Durante ed il gruppo promotore della Fabbrica di Cosenza.