Attacco ai Ragazzi di E adesso Ammazzateci tutti

Comunicato StampaÈ apparso su un organo di stampa, riconosciutamente vicino alla presidenza del Consiglio Regionale ed al futuro segretario Regionale del PD, la notizia, alla quale è stato dedicato ampio risalto in prima pagina, che “Ammazzateci tutti” avendo avuto il patrocinio della Giunta Regionale ha ottenuto l’impegno, da parte della stessa per un rimborso di 15.000, euro. L’evento a cui si fa riferimento è “LegalItalia” manifestazione nazionale per la legalità organizzata tra gli altri dai Ragazzi del Movimento “e Adesso Ammazzatecitutti”. Movimento nazionale antimafia, che ha portato i riflettori dei media nazionali sulle questioni dell’illegalità e della Mafia, Reggio Calabria è stato per tre giorni crocevia di incontri e dibattiti sulla legalità, uno dei pochi eventi mediatici positivi di questa Regione attraversata e lacerata da inchieste che vedono coinvolti i vertici della politica regionale. Riteniamo che l’evento sia costato molto di più di quanto la Giunta regionale si è impegnata a dare, anzi auspichiamo che eventi del genere da chiunque organizzati abbiano contributi anche più cospicui, anzi doveva essere proprio il consiglio regionale a promuovere questo ed altri eventi per la diffusione della cultura della legalità in questa regione, ma non solo ciò non è accaduto, ma il Presidente Bova e tutti i vertici regionali DS, oggi PD si sono guardati bene dal farsi vedere alla manifestazione, perché? Da che parte stanno questi signori, lo dicano chiaramente alla gente? Certo come cittadini assistere a questo tentativo indecoroso di sporcare l’immagine, di quella Calabria che reagisce, ci ripugna come ci ha ripugnato il tentativo di creare altri ragazzi di Locri, con la divisina, delle truppe cammellate al seguito dei DS, quelli si, finanziati inutilmente con circa 300,000 euro, per concerti poco affollati, siti non visitati, radio non ascoltate e fotolibri non letti. Risorse pubbliche utilizzate per creare un gruppo antagonista ai coraggiosi e spontanei ragazzi di Ammazzateci tutti, che quotidianamente si spendono a proprio rischio contro la cultura della illegalità diffusa. Continuamente in giro dalle Alpi, al canale di Sicilia per parlare ai giovani di cose vere, di azioni a difesa di Magistrati coraggiosi sotto attacco da parte della politica, quella stessa che oggi , attraverso media asserviti e foraggiati, attacca questi giovani, ma che con questi attacchi offende tutti i Calabresi per bene anche meno giovani come siamo noi.CalabrialibreComitato Regionale Spontaneo Pro de Magistris