Bersani non faccia il Ponzio Pilato

Bersani non faccia il Ponzio Pilato del PD con l'alibi dell'autonomia del partito localeIl Re è nudo e Bersani & C. ancora fanno finta di non vederlo, tanto che all'odierna direzione nazionale, nonostante la rinfrescante doccia pugliese, si sono presi il lusso di aspettare ancora qualche giorno per decidere!! Ma si andrà probabilmente alle primarie.Come dire: intanto che il medico studia …il malato muore!!La Calabria e il PD calabrese, evidentemente, non sono una priorità per l'agenda di Bersani, non oggi! Eppure la lezione pugliese dovrebbe bastare e sarebbe bastata se solo la direzione avesse preso atto che un'intera strategia è fallita!E invece no! Ed è così che dopo un congresso senza emozioni e senza passioni, ma animato da lunghe e blindate liste di proscrizione, che ha attribuito a Bersani il 78% dei voti, il PD Calabrese si ritrova senza una linea politica, senza una proposta di governo, senza una coalizione di riferimento, ma con tanti, troppi galli nello stesso pollaio, e con una rinnovata prospettiva di primarie senz´anima e che servono solo e soltanto alla designazione del capo dell´opposizione e per la conservazione di un gruppo ristretto di soliti noti a caccia di deroghe…magari con il piccolo imbroglio di liste civiche…Ma la Calabria non è la Puglia, caro Bersani, ed alle primarie calabresi non partecipa chi si è opposto a Loiero, ma coloro che più di Loiero hanno incarnato il Loierismo!!!In Calabria esiste la proposta alternativa che si è avuta in Puglia nello scontro vero ed autentico tra Boccia e Vendola?Naturalmente no! Dov´è la discontinuità? E a che servono quindi le primarie se non a certificare un comportamento piratesco che scarica sulla stanchezza dei militanti e dirigenti pd la contraddizione irrisolvibile di un fallimento annunciato da tempo?In Calabria l´alternativa a Loiero è l´altra metà di Loiero che si propone in alternativa a se stessa!Come dire che l´asino si burla del somaro!In poche parole è la stessa banda di soldatini facenti parte della Giunta uscente, che ci hanno già illusi con le primarie istituzionali (rinviate), delusi con le primarie dì partito (sospese), svenduti con un impossibile accordo con l'UDC inseguito troppo tardi e solo grazie alle mediazioni romane (altro che partito federalista e calabrese…), ridicolizzato con un´autoconvocazione degli iscritti al PD per guidare l´assalto alla diligenza sulla quale ancora siedono e che oggi si propongono come il nuovo che avanza nell´estremo tentativo di essere comunque ri-eletti in Consiglio Regionale, costi quel che costi, anche la sconfitta del centrosinistra!!Tanto loro sono bravissimi a vincere anche quando perdono!E allora, se nessuno ha il coraggio di togliere questo tappo che tiene in ostaggio il PD calabrese e che impedisce alla Calabria di vivere davvero una stagione nuova, fatta di slanci, vitalità e freschezza politica, se nessuno ha interesse a dare ossigeno e sostegno ad una classe dirigente credibile ed affidabile capace di incarnare la sintesi e il coraggio di una nuova proposta di governo in una regione come la Calabria, mi chiedo e ti chiedo, caro Bersani, che senso ha continuare a nascondersi come lo struzzo?C´è un solo modo per rimettere in piedi un pd della calabria allo stremo delle forze: il coraggio di una scelta chiara, pulita, trasparente e che, come Vendola in Puglia e Bonino nel Lazio,ci riporti alla luce ed alla possibilità di batterci a viso scoperto e con orgoglio.Nocera Terinese, 25 gennaio 2010Fernanda GigliottiConsigliere Nazionale PD