Calabria Protagonista Critica Bova

Sembra davvero incredibile il gravissimo attacco posto in essere dal Presidente del Consiglio Regionale della Calabria verso Aldo Pecora, leader e rappresentante del movimento “ E adesso ammazzateci tutti”. Crediamo, infatti, che dinanzi alle critiche, anche forti, sollevate da quest’ultimo movimento nei confronti delle istituzioni regionali per alcune azioni tese a dividere il movimento stesso, le massime Istituzioni calabresi non possano perdere quella posizione d’imparzialità ed equlibrio che devono caratterizzare in ogni situazione il loro agire. Peraltro, in una situazione già di massima sovraesposizione di questi ragazzi per la coraggiosa azione, che da più di un anno , stanno portando avanti con fatti concreti , nei confronti della n’drangheta e dei poteri che con essa da tempo si sono saldati per tenere questa regione sottomessa, quest’ennesima delegittimazione istituzionale, rischia di rendere davvero pericolosa la loro posizione . La società civile tutta, quella che davvero non tollera più che la Calabria anzichè essere governata, e fatta sprofondare nell’immobilismo più totale, da una classe politica davvero incapace, deve adesso reagire con forza. Vediamo, dietro quest’ennesimo attacco, il tentativo, peraltro, di coprire il fallimento di una giunta regionale che giorno dopo giorno sta facendo sprofondare la Calabria in un baratro senza fine. Probabilmente, quest’ennesima vergognosa polemica, cerca proprio di nascondere il vuoto più totale di una maggioranza che dopo un’investitura bulgara, non riesce a dare ai calabresi risposte concrete in nessun campo. Crediamo , quindi, che prima del definitivo default politico&#45istituzionale&#45 economico che sembra annunciarsi per la nostra Calabria, la società civile calabrese, debba scendere defintivamente in campo e far sentire una volta per tutte la propria voce. Dobbiamo, quindi, indignarci definitivamente, denunciando questa vera realtà, stando davvero stretti e vicini con la massima solidarietà, a chi come Aldo Pecora, unitamente ad una nuova generazione di Calabresi , vuole con le azioni concrete e con grande coraggio, riprendersi definitivamente la propria terra. Francesco Precenzano Presidente associazione G.E.N.S e Coordinatore di Calabria Protagonista