Calabrialibre incontra Rosanna Scopelliti

Sono le quattro del mattino, la notte è stellata, l´aria è mite, non riesco a prendere sonno, un pensiero mi tormenta. Nel pomeriggio ho incontrato Rosanna Scopelliti, la figlia di un coraggioso Magistrato, ucciso a Campo Calabro quindici anni addietro, allora Rosanna doveva essere poco più di una bambina, oggi è una donna che si chiede ancora perchè è successo. Tutte le sue domande di giustizia sono state puntualmente inevase. Io da Calabrese sento forte il senso della responsabilità per aver tolto un padre ad una bambina e un marito ad una moglie, ma spesso, sgomento, vedo che nella gente di Calabria, c´è indifferenza, si è distratti forse volutamente, non si sente il peso di quella responsabilità che pure collettivamente dovremmo avere. Non ci aspettiamo dalla politica più nulla, da essa personalmente ho avuto solo manganellate, ma mi aspetto da tutti un moto di giusta ribellione, contro tutte le illegalità e non solo contro la mafia. Ritengo doveroso da parte di tutti noi, sottoscrivere senza titubanze, l´appello che Rosanna Scopelliti, rivolge alle istituzioni, glielo dobbiamo, ma lo dobbiamo soprattutto a noi stessi ed ai nostri figli.a seguire il link PER FIRMARE CLIKKA QUI´