CENTRO CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE

CENTRO CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE “Roberta Lanzino”Indignate ed offese reagiamo per offrire solidarietà e vicinanza alle donne immigrate che hanno subito violenze anche da parte di chi doveva accoglierle e, in particolare ad una di loro che, nel tentativo di sottrarsi alle forze dell’ordine che hanno fatto irruzione in una delle “Case a luci rosse”, si è lanciata dal balcone ed è ora ricoverata in ospedale.E’ accaduto nella nostra città di Cosenza.Come donne che si occupano da quasi un ventennio di accoglienza e di violenza alle donne non possiamo non stigmatizzare il modo in cui certa stampa cittadina affronta il fatto di cronaca.Calabria Ora del 22 Novembre 2006 nel box Gossip e Pensiero così riporta a firma di C.M. “Lanterne rosse….,massaggiatrici dagli occhi a mandorla…,tutte portate in Questura, tranne una….portata in Ospedale”&#59 per poi concludere “questo è troppo: la Tosca è nostra!”.Rivolgiamo un accorato invito, ancora una volta, ai giornalisti e alle giornaliste affinchè prestino maggiore attenzione nell’uso del linguaggio e nelle modalità di espressione quando si apprestano ad affrontare fatti delicati che riguardano fenomeni di violenze alle donne. E lo facciamo oggi, con più determinazione, in prossimità della Giornata mondiale contro la violenza alle donne (25 Novembre p.v.), perché siamo convinte che è da un’informazione corretta e da un radicale cambiamento culturale che bisogna partire per combattere il fenomeno della violenza alle donne.Cosenza,23 Novembre 2006