Un comitato di Cittadini, difende la chiesetta (chiesijella) di S.S. Annunziata

di Greta Durante

La comunità cetrarese fa rete nel tentativo di scongiurare la perdita del patrimonio storico e artistico rappresentato dal complesso architettonico e monumentale della ‘Nzilica di Porta di Mare che comprende il tempietto della chiesetta (chiesijella) di S.S. Annunziata già dell’Addolorata –esistente già nel 1461 (fonte Leonardo Iozzi).
Il gruppo facebook ideato da Raffaele Zenardi (viandante-fotografo e/o fotografo-viandante) composto da oltre 120 iscritti ha promosso una campagna di sensibilizzazione e di ricerche documentando con foto e video il continuo degrado del sito . Lo slogan – la natura illumina ciò che l’uomo tenta di oscurare – suggerito dalla posizione solatia della chiesetta aperta verso ampi orizzonti e estasianti cromatici tramonti con la fiorente comparsa di una pianta di fichi sul tetto della chiesetta, ha prodotto empatia.
Alcuni artisti hanno raccolto il messaggio ed il grido di allarme: hanno donato le loro importanti opere da destinare al recupero della chiesetta.
Le opere donate che sono precipuamente ed obbligatoriamente vincolate a tale finalità possono essere visionate su questo sito “whatsupmagazine.it” nella rubrica eventi dal titolo “Il dono dell’armonia e il genio del luogo”.
La Proloco di Cetraro attraverso la sensibilità del Professore Ciro Visca, che ha curato la causa del gruppo facebook, intermedierà la raccolta fondi e collaborerà attivamente per valorizzare le opere donate con l’allestimento di mostre e conferenze di promozione.
La prima mostra avverrà dal 25 agosto al 30 agosto 2016 presso il Palazzo del Trono: il presidente del Centro Anziani di Cetraro ha assicurato la collaborazione per l’evento.
L’ingegnere Giuseppe Leporini sta effettuando ricerche di archivio per definire la situazione catastale che al momento è incerta. Probabilmente la proprietà è di un ente “sacro e promiscuo” da accertare.
L’avvocato Francesca Occhiuzzi – presidente della” Associazione Templari Federiciani” ha manifestato interesse per la salvaguardia della chiesetta che rientra in via generale tra i vari scopi definiti nel loro statuto.
Il gruppo si avvarrà della collaborazione del dottor Mario Picarelli esperto di restauro archeologico e delle conoscenze della professoressa Anna Vattimo che ha curato una pubblicazione inserita nei “Quaderni Cetraresi” ideati da Lido Picarelli.
E’ aperto a qualsiasi tipo di contributo e collaborazione.
Il recente messaggio del magistrato che invita le istituzioni ad impegnarsi per la ripartenza dell’economia locale – essendo caduti gli atavici alibi – ci vede protagonisti attivi su questo fronte.