che schifo, che schifo, che schifo

E mentre a Roma si votava la legge per la Nazionalizzazione dell&acute&#59acqua, il presidente della plurinquisita giunta regionale calabra, nominava un suo vecchio compagno di partito presidente della società calabro&#45francese che gestisce gli acquedotti regionali. Il curriculum del neo manager è di prim&acute&#59ordine diploma magistrale, portalettere, deputato, deputato, deputato. Mentre i nostri ingegneri gestionali si grattano “les pelotas”. Largo al nuovo in Calabria, che schifo, che schifo, che schifo.