COMBATTERE I MAFIOSI

Ritengo utile proporre all´attenzione dei lettori l´articolo di Ulderico Nisticò apparso su “il Quotidiano” il giorno 18/10/2006. *******L´uso e l´abuso della parola mafia è fuorviante. Se si vuol dire una mentalità, è un fatto di costume che cambierà o meno come tutti i costumi.E non certo con le marce e conferenze antimafia: e la prego, Ministro, non faccia nelle scuole la minacciata educazione alla legalità, non serve a niente e ci guadagnano soldi i soliti furbi della retorica e alberghi amici!Soldi sprecati.Se si intende,come è,problema criminale,bisogna affrontarlo a regola,colpire i mafiosi concreti e singoli,per singoli reati, e l´associazione a delinquere.Il Codice è chiaro,non occorrono leggi nuove.E prevede reato di reticenza:il testimone del delitto Fortugno il quale dichiari di non aver sentito 5 pistolettate va sbattuto in galera finchè non gli torna l´udito!Già,disse il prefetto Mori,la gente deve avere più paura dello Stato che della mafia.E chi deve farlo?Gli agenti delle polizie e, secondo un ordinamento che non mi convince ma vige,i magistrati.Occorrono più agenti? NO,basta usare a dovere quelli che ci sono.I posti di blocco la domenica a controllare delle massaie sono inutili,lo ha detto autorevolmente il giudice Gratteri,e,aggiungo io,occasione inesauribile di battute di spirito.Il mafioso non ha gomme lisce e patente scaduta come i poveracci vagamenti onesti.Ora nella Locride si contano 30 delitti senza colpevoli,al massimo esecutori anche in odore di depistaggio.Ci vuole ingenuità o sfacciataggine a dire che le indagini sono fatte bene,piuttosto il contrario.Cambiamo metodi con altri più spicci e personale con altro più,diciamo,fantasioso?A condurre azioni mirate per mettere i delinquenti a disagio?A chiedersi come sia che,accanto a scenari di fame,sorgano megahotels dai misteriosi proprietari e conti correnti nuotino nell´;oro con titolari in casa di riposo?Ad incriminare per favoreggiamento chi paga tangenti? Meno parole e convegni segue cena,più fatti. C´è un potere politico fiancheggiatore,connivente,dormiente o passivo? Occorrono giudici coraggiosi nel farne i nomi,si intende con prove,ma senza timore reverenziale.Se è vero che ci sono consiglieri regionali inquisiti,fuori l´elenco.Se innocenti si difenderanno;se non in gattabuia e gettiamo la chiave.Le istituzioni?Ne usciranno,se mai,rafforzate.Ma siamo sicuri che si voglia davvero combattere i mafiosi e la mafia?