Contro la mafia firma anche tu.

“La mafia è una manifestazione degli uomini e come tutte le cose degli uomini ha un inizio ed una fine” diceva Giovanni Falcone. Noi vorremmo crederci, ma vorremmo innanzitutto che a crederci fossero le istituzioni. Certo non ci incoraggia il panorama generale regionale, dove riteniamo la mafia dei colletti bianchi si è fortemente infiltrata nei palazzi della politica e delle istituzioni. Troppi reati si compiono impuniti nelle stanze del potere, troppi omicidi rimangono senza autori e senza mandanti e infine “– ma non meno importante – il fatto che, in questo primo anno di attività, non ha certo brillato per efficienza la Commissione regionale antimafia calabrese (come anche diverse Commissioni speciali antimafia delle altre regioni del Mezzogiorno)”. Vogliamo segnalare che il sito regionale di riferimento, www.osservatorioantimafia.it è stato da sempre ignorato dalle istituzioni regionali.Calabrialibre, aderisce e promuove l´iniziativa dei Ragazzi di Locri, alla luce soprattutto di quanto contenuto nella relazione della Commissione Nazionale Antimafia, che vede nella ‘ndrangheta “la più potente delle organizzazioni criminali del mondo, ancor più forte di Cosa Nostra”, che la nuova Commissione regionale antimafia della Calabria, riunitasi solo il 21 luglio 2005 ed il 24 ottobre dello stesso anno, si faccia invece parte attiva di questo processo di cambiamento, aprendosi più alla società ed ai movimenti antimafia che al mondo politico, diventando un interlocutore attivo che sposta più in alto l´intervento, coinvolgendo a sua volta, magistratura, D.I.A., forze dell´ordine, prefetture e forze politiche e sociali. PER FIRMARE CLIKKA QUI´