da Massimo Veltri

Mentre si consuma l´esperienza Catizone, in attesa di capire chi, e come, le succederà e di sapere chi saranno i prossimi rappresentanti designati al Parlamento, Cosenza viene attraversata da appetiti e movimenti che rischiano di farla ripiombare nel clima fosco dei primi anni ottanta, quand´era in mano a bande e comitati d´affari. Non solo nell´edilizia, non solo nella grande distribuzione, ma soprattutto nella sanità privata sono imponenti gli investimenti e le manovre che vedono coinvolti persone pubbliche e private del centrosinistra e del centrodestra, alcune volte insieme appassionatamente. Le mani sulla città di nuovo, e la politica?