Dai portalettere ai tiralinee agli azzeccagarbugli

A distanza di quasi metà legislatura possiamo permetterci di fare una valutazione della macchina regionale messa su dal centrosinistra e dal PDM. E´evidente che i risultati, molto scadenti, sono frutto di una sequela infinita di scelte sbagliate. Ma mentre il PDM di queste scelte potrebbe a fine legislatura raccoglierne i frutti in termini di clientela elettorale, gli altri partiti continuano a tenere il sacco, con la certezza di trovarsi con le sole pive nel sacco. Ma va da se che noi mastichiamo poco di politica e magari non siamo in grado di leggere i significati reconditi degli atti della Giunta Regionale. Se in alcune scelte, dell´ultimo periodo ci eravamo illusi di un nuovo corso di governo le ultime nomine ci hanno ributtato nello sconforto più profondo. Sconforto che fa presto a diventare risentimento e questo risentimento andiamo a manifestare a Catanzaro giorno 19 insieme a tutta la società ormai disillusa dalla possibilità di rinnovamento e di crescita economico sociale. Certo sbagliare è umano perseverare sicuramnete no, Crotone, Castrovillari, Locri aziende sanitarie CON LA SPESA FUORI CONTROLLO, ma non è solo nel mondo della sanità che sono state fatte scelte errate.Tutta l´azione amministrativa è stata caratterizzata da familismi, fratellanze e comparaggi una serie infinita di nomine fatto con il solito criterio all´italiana. I risultati non meritano neanche menzione, sono sotto gli occhi di tutti.Giorgio Durante Presidente Calabrialibre