DE MAGISTRIS –DAY

DE MAGISTRIS –DAY DA CATANZARO UN MESSAGGIO STRAORDINARIO DA TANTISSIMI GIOVANI CALABRESICarissimi amici, oggi vi confesso di avere provato a Catanzaro, nell’auditorium Casalinuovo, durante una delle principali iniziative a sostegno del P.M De Magistris, una sensazione bellissima ed emozionante. Essere presenti a nome ed insieme ad altri amici delle Associazioni G.E.N.S e CALABRIA PROTAGONISTA, mi ha dato la possibilità di vedere, oltre che tanta parte dell’associazionismo calabrese, impegnato in prima linea in questa battaglia sacrosanta di giustizia e trasparenza, centinaia di giovanissimi calabresi partecipare in modo straordinario al risveglio delle coscienze della nostra Calabria. E’ stato davvero bellissimo intervenire e parlare davanti ad una platea esclusivamente fatta di ragazzi, dove tutto il resto faceva solo da appendice. Sentire rispondere tantissimi ragazzi all’appello lanciato ormai da giorni, dal Comitato spontaneo sorto in Calabria a sostegno del Magistrato partenopeo, mi ha dato la possibilità di misurare quanto crescente sia il termometro del risveglio delle coscienze dei giovani calabresi. Accanto al coraggiosissimo ed impegnato Aldo Pecora, leader di AdessoAmmazzatecitutti ed a personalità quali Rosanna Scopelliti e Sonia Alfano , ho potuto registrare un messaggio straordinario lanciato da questi ragazzi alla Calabria intera. Quasi come avvenne con la primavera palermitana, qui in Calabria, pur senza un evento traumatico e luttuoso, come furono le morti di Falcone e Borsellino, stiamo assistendo ad una risposta collettiva e cosi grandemente trasversale, di tutti i cittadini calabresi, il cui volto oggi era straordinariamente rappresentato proprio dalle centinaia di giovani che affollavano l’Auditorium Casalinuovo. Infatti, la proposta di trasferire un magistrato che sta svelando, nel momento più delicato della sua inchiesta, gli intrecci affaristico&#45mafioso di una classe politica che ne chiede il trasferimento, è stato percepito da tutti, ma proprio da tutti i calabresi, come un atto davvero intollerabile ed arrogante, ma soprattutto come la morte del desiderio di verità e giustizia che appartiene ad un popolo intero. Credo che raccogliere in pochissimi giorni qualcosa come 15.000 firme, e mettere in campo mobilitazioni continue e crescenti a sostegno dell’operato di questo magistrato, rappresenti un punto di non ritorno per una nuova stagione d’impegno civile e politico della nostra Calabria. Occorre ora, proseguire in quest’azione crescente e costante di pressione e di mobilitazione permanente che deve arrivare fino a Roma, davanti alle porte delle Istituzioni, per far comprendere una volta per tutte che la Calabria ed i calabresi hanno davvero intenzione di prendere in mano il proprio futuro! Andiamo avanti senza voltarci indietro perché da oggi costruire una nuova Calabria è possibile! Francesco Precenzano Pres.te Associazione G.E.N.S e coordinatore di CALABRIA PROTAGONISTA