de Magistris e i problemi di IDV

Capisco le perplessità di Ferramonti, e conosco soprattutto i prolemi di IDV, io stesso potrei raccontare cose racapriccianti dei rappresentanti calabresi di IDV, tutte cose provate e circostanziabili, ma soprattutto conosciamo il carattere accentratore di Antonio di Pietro. L&acute&#59immissione di soggetti provenienti dalla società civile, potrebbe rappresentare per IDV l&acute&#59inizio di un percorso di democratizzazione interna, e di depurazione di squallidi personaggi che il furbo di Pietro ha inserito all&acute&#59inseguimento del suffragio. Se all&acute&#59interno di IDV si crea una corrente eticamente e moralmente a posto che rappresenti il meglio della società civile forse c&acute&#59è la possiamo fare davvero. Consigli per l&acute&#59uso: Mai fidarsi dei politici di professioneFare sempre dei distinguo di appartenere alla società civileFarsi fotografare il meno possibile a fianco degli eletti di IDV in cerca di una verginità ormai persaLavorare per tirare dentro pezzi di società che possa rendere IDV “potabile” G.D.