E se la questione dei “genitali” fosse vera?

Ci sembra di rivivere le regionali 2005, dovevamo a tutti i costi liberarci di Chiaravalloti, e di Lui ci siamo liberati. Ma tutti gli apparati a Lui referenti sopravvivono, in una sorta di simbiosi con il presidente di turno. Chiaravalloti va via, ma la regione resta il verminaio di sempre, non trascorre giorno che uno, due o più dipendenti regionali non restino invischiati nelle maglie della giustizia. Questo in un altro contesto civile dovrebbe significare pulizia, depurazione invece in Calabria un funzionario che viene raggiunto da un avviso di garanzia rischia di diventare direttore generale. Non è purtroppo una battuta, ma una amara realtà. Ora l´obiettivo è più alto è Berlusconi, che sicuramente andrà via, ma chi verrà non sarà forse come Loiero in Calabria? Noi siamo troppo smaliziati per pensare che così sarà, subito dopo il 10 Aprile ci saranno pillole amare da ingoiare per tutta la società civile per tutta la gente. Si posizioneranno i nuovi con i vecchi privilegi, con i nuovi portaborse, con le nuove auto blu, con le nuove leggi se mai riusciranno a fare una. E delle tasse e del lavoro chi ne parlerà più, lavoreranno sempre le stesse aziende vicine agli apparati di partito. Le tasse, questo il falso problema di una campagna elettorale demenziale, per essere assoggettati alle tasse bisogna lavorare e guadagnare, magari tutti i cittadini italiani si trovassero nelle condizioni di dover pagare le tasse! Le grandi fascie di esenzione esistono non perchè la legge tiene in considerazione i ceti deboli, ma solo perchè sono sempre di più i cittadini e le famiglie che si spostano verso la soglia di povertà. Quanti vorrebbero pagare le tasse che paga Berlusconi, o solo pure quelle di un qualunque parlamentare della Repubblica italiana? Ma sanno i nostri politici cosa costa un litro di benzina o un chilo di pane? Oppure un appartamento in Città? Alla luce di ciò che abbiamo ascoltato, ritengo di no. In ogni caso il primo step è quello di buttar giù Berlusconi nella speranza poi di non rimpiangerlo, e c´è una certa sinistra organizzata e strutturata che è nelle condizioni di operare per farcelo rimpiangere e magari dovremo pure dargli ragione riguardo la questione dei “genitali”.Giorgio Durante presidente calabrialibre