Etica e Trasparenza in Calabria Bandiera Nera

Bandiera nera, oltre che per il mare, anche per l´azione di governo che sta portando avanti Agazio Loiero e la Giunta Regionale. I propositi di trasparenza e conformità all´etica sono naufragati nella melma del mare di Calabria. Le distrazioni agostane sono sempre costate care ai Calabresi, ma questa volta si passa davvero il segno. Il Presidente poco più di un anno fa declamava un programma fatto di buoni propositi, ma soprattutto parlava di trasparenza del palazzo (il cosiddetto palazzo di vetro) e di Spoil System, oggi possiamo tirare le prime somme, trasparenza zero e Spoil System uguale. La proposta di filtrare gli atti da pubblicare sul Burc (La Gazzetta ufficiale della Regione) è di fatto una vergognosa messa in scena per coprire incarichi amicali e contributi discrezionalmente erogati, la consorteria dell´intero Consiglio non può tacitamente accettare questo ennesimo colpo alla democrazia ed alla trasparenza dell´azione amministrativa. Agosto mese funesto per la democrazia, questo è l´ennesimo rospo che l’attuale governo Regionale ci vuole far trangugiare, tutto ciò che egli aveva espresso in decine di incontri preelettorali, di cui uno presso la nostra sede con la presenza di diverse community calabresi, di fatto non è stato realizzato anzi la sua azione è stata caratterizzata da quella continuità che da oltre trent’anni ha ridotto la Calabria ad essere fanalino di coda non solo dell´Italia ma anche dell´intera Europa pure allargata a 25 nazioni. Siamo pronti a denunciare con nomi e cognomi tutti casi di continuità e contiguità con la vecchia Giunta Chiaravalloti, anzi le tecniche di consociativismo politico affaristico familistico vanno sempre più affinandosi, ma ora per poter manovrare meglio e più ampiamente si chiede di oscurare l´unico canale di comunicazione tra le istituzioni e la gente, il Bollettino, dalle pagine del quale si può ancora capire in che direzione va la politica e i flussi di danaro che la stessa gestisce, nomi e cognomi, aziende e istituzioni. CalabriaLibre capofila di un network di community Regionali, chiede alla politica e direttamente ad Agazio Loiero un momento di attenta riflessione, essere eletti non vuol dire avere le mani libere, non vuol dire gestire il potere a proprio piacimento, il successo elettorale più è grande e più è pieno di responsabilità nei confronti degli elettori, i quali si aspettano atti amministrativi, giusti, etici, moralmente corretti, equi, e trasparenti, su tutti questi punti ci dispiace dirlo la politica di quest’ultimo anno ha fallito. Ora cerca di sopravvivere ed autotulelarsi con leggi elettorali, conservative della classe dirigente, con segretazione di atti amministrativi, cose da dittatura sud americana, alla quale il mondo associativo risponde con sdegno e ripugnanza. Questa Giunta è nata con parentopoli, che, peraltro, non è mai finita, ma sol regolamentata per legge, ed ora vuole agire nell´oscurità con quegli omissis che la sinistra ha sempre deplorato. Noi proponiamo invece la trasmissione in diretta via Etere e via Web di tutte le riunioni della Giunta e del Consiglio Regionale, vorremmo essere partecipi direttamente delle decisioni prese da questi importanti consessi, e le risorse per fare ciò non mancano sicuramente. Loiero e il Consiglio tutto, dopo un anno di stasi amministrativa, dovuta più che altro alla sistemazione ed all’incasellamento degli amici, nel governo e negli innumerevolisissimi posti di sottogoverno, comunichino l´agenda dei lavori e degli interventi, volti a portare ristoro alla collettività calabrese, ristoro in termini di cultura, di formazione, di ambiente, di sanità, di lavoro e di economia, questo è il mandato che questa compagine ha avuto dalla gente, è su questo che la politica deve rispondere, alla gente con la massima trasparenza e coerenza etica ed amministrativa, se non si è capaci di dare risposte concrete è meglio non aspettare altri quattro anni per essere mandati a casa ma è meglio per tutti, preso atto dell’ennesimo fallimento si torni a casa, magari subito dopo l´Estate, saremmo tutti più tranquilli. Giorgio Durante presidente CalabriaLibre e le community Calabria-lavoro.it Calabriasolidale.it Ossevatorioantimafia.it e gran parte del mondo Associativo