I Compari dei Compari

I Compari dei CompariNon era ancora smaltita la rabbia per il quadro, a tinte fosche, che era stato dipinto della nostra Regione sull´Espresso, che ecco apparire sugli schermi di tutti gli italiani e oggi anche sul satellite, per i nostri compaesani più lontani, il più squallido teatrino mai visto. Una rappresentazione, per certi versi drammatica di una realtà che già ai più appariva evidente. Certo che vedere certe facce mentre ammettono l´esistenza di comportamenti a dir poco immorali da parte della politica nostrana, fa un effetto ancora più dirompente, entrare nelle Cattedrali dell’illegalità, dove si aggirano sempre gli stessi loschi figuri, ci lascia di stucco. Il quadro che ne viene fuori è drammatico, certamente, ma anche grottesco per altri versi, ciò che abbiamo udito, non rappresenta assolutamente, la realtà calabrese, ma solo la politica calabrese e i suoi grandi elettori. Non sappiamo quanti siano i consiglieri inquisiti, ed il loro numero non ci interessa, sappiamo però che c’è un altro ampio numero di consiglieri, non inquisiti che con loro condividono spazi e scelte, che legiferano insieme, che ci governano, tutto ciò è aberrante. Questo è ancora più grave, la connivenza tra il bene ed il male, la contaminazione. Auspichiamo che coloro che si sentono al di fuori di certi contesti, se mai dovessero essercene, coraggiosamente abbandonino la nave alla deriva, e vicina al sicuro naufragio, per tornare tra la gente e poter dire a testa alta io con loro non ci sto, altrimenti dobbiamo pensare che tutti loro sono un branco e la pensano nello stesso modo, e che magari sono tutti compari dei compari.