Il peperoncino Calabrese

Il peperoncino Calabrese di Diamante o di Soverato !?….. Salve .Mi sto informando da mesi sull&acute&#59importanza dei nostri prodotti tipici, agricoli , prelibatezze nostrane e quant&acute&#59altro in relazione alla produzione della nostra terra di Calabria. Ultimamente, come detto nei temi precedenti ho fatto visita alla festa dei Calabresi di RHO provincia di Milano e ho notato che gli stand dei commercianti sono stati addobbati per la maggioranza di prodotti al peperoncino con sardella annessa e ndujia di Spilinga. Ho comprato e assaggiato della salciccia che era dura e non masticabile , la pitta nchjusa era insapore, e Il morzello catanzarese lo mangiavano solo in pochi e credo i più conservatori. Sono rimasto sbalordito dalla bontà dei negozianti che invitavano i visitatori a fare uno stuzzichino con la sardella mpeperoncinata e la ndujia, sono rimasto di stucco nel vedere i pochi che gustavano simili specialità muovendo lingua e mandibola e senza assaporare gridavano maledettamente &lt&gt proponendosi gestualmente di scappare dalla realtà assumendo un atteggiamento caricaturale tipico da commedia napoletana. La Calabria ha poco risorse si sa , si cerca di mettere in commercio quello che la terra produce, la cipolla di Tropea, il bergamotto, gli agrumi, l&acute&#59olio , il peperoncino &#59 su quest&acute&#59ultimo non condivido il fatto che stia rappresentando &lt&gt e principalmente della Calabria dove alcuni paesi come Diamante e Soverato si contendono la bontà, il bruciore, la bellezza e la squisitezza. Il peperoncino di Calabria è buono sotto tutti i punti di vista , fa bene alla salute quando una persona è sana , mentre fa male se una persona è ammalata di colite , emorroidi, gastrite e quant&acute&#59altro. Non credo che il mio medico curante calabrese sbaglia quando afferma :&lt&gt Quindi stimoliamo la nostra inventiva a creare nuovi prodotti e diamo al peperoncino l&acute&#59importanza di un ortaggio che si merita . .Non so, creiamo delle torte cremose alternative, schueppes al fico d&acute&#59india (visto che ci sono) di tre colori, flauti pregiati costruiti con canne ( arelle) catanzaresi ecc inventiamoci qualcosa che può essere diffuso in tutta l&acute&#59 Italia e in Europa che crei ricchezza economica per la nostra amata terra. Ogni tanto anchio mangio il peperoncino e tengo compagnia a mio suocero giù a Catanzaro e devo dire che essendomi abituato alla cucina del nord ho avuto difficoltà a mangiare il morzello con il peperoncino. Il morzello faceva parte della mia educazione alimentare, oggi un po meno i parametri olfattivi sensoriali sono cambiati e ragionevolmente se penso di mangiare l&acute&#59intestino di maiale che deve essere pulito dalla merda decine di volte prima di andare a finire giù nel pentolone, ci penso un po&acute&#59 di volte. . Il peperoncino quando risiedevo a Catanzaro lho mangiavo spesso a cena e a pranzo, mangiarlo era una consuetudine abitudinaria e quando si mangiava non mancano esclamazioni tipo &lt&gt &lt&gt e si ricorreva alla mollica del pane per farci passare il bruciore del diavolo, si il bruciore dovuto alla capsaicina . il diavolo ?! Si perché in Abruzzo o in un altre regioni il peperoncino viene chiamato &lt&gt A Rho provincia di Milano nella festa dei Calabresi una televisione privata mi ha intervistato sul peperoncino e ho parlato molto bene dicendo che a Venezia i veneziani mangiano il peperoncino e che a nel nord est d&acute&#59Italia il PIL del veneto è abbastanza alto tanto di non aver bisogno del peperoncino per far quadrare i conti, li in veneto si mangia la polenta con il baccalà mantecato e tra il fascino della essenzialità del gusto romanico e la complessità del gusto orientale nascono piatti straordinari ricche di spezie ed aromi che fanno ricreare il gusto culinario del popolo veneto che di pagamento delle tasse e produzione ne sa qualcosa visto che è considerato economicamente il motore produttivo d&acute&#59Italia. Sono le popolazioni celtiche del nord Europa che hanno colonizzato la Padania a dimostrarsi molto ostili nell&acute&#59uso del peperoncino. Ma del resto i veneziani dove risiedono popolazioni diverse e anche orientali mangiano il peperoncino .I milanesi mangiano le rane fritte, ma quando so di simili fritture scappo… Di peperoncino al nord ne ho portato tanto credo 5 kg e lho distribuito ad amici e parenti. Avrei voluto che la mia terra si confrontasse con le altre regioni con dei piatti più armoniosi e prelibati al fine di diffonderli per incrementare anche l&acute&#59economia e il turismo e non con il solo peperoncino. Il peperoncino fu portato in Italia da Cristoforo Colombo che estirpò le sue radici dalle americhe nel 1500. Il morzeddhu fu portato in aereo da Catanzaro a Genoa in una cena organizzata fra vip del .. Ma ho saputo che il successo non è stato soddisfacente e il pentolone portato a mano dalla calabria in aereo e rimasto colmo fino all&acute&#59orlo. Credo che se un turista del nord dovesse visitare il sud e mangiare una pietanza con il peperoncino, sarebbe preso sicuramente da un bruciore che lo farebbe terribilmente soffrire e scappare piuttosto che ricrearsi lo stomaco e rimanere nella nostra terra. Magari noi ridiamo però al turista gli brucia il .. Dobbiamo confrontarci con gli altri popoli per capire se c&acute&#59è qualcosa da togliere, da migliorare, da rifare, da mantenere. La capsaicina farebbe bruciare l&acute&#59ugola e per dirla tutta anche l&acute&#59intestino a chiunque tranne che agli Adamantesi che al concorso sul miglior mangiatore di peperoncino il vincitore ne mangiò 800 g. Quindi il paesello di Diamante sta riscuotendo successo con sagre, feste ,concorsi sul peperoncino .Se non altro gli Adamantesi hanno capito bene che mettere a disposizione quello che la propria terra produce è un investimento sotto tutti i punti di vista. Il consiglio comunale è stato favorevole ad ogni iniziativa per diffondere questo prodotto che mangiato insieme a 5 o 6 gamberoni in padella fa diventare eretto sessualmente persino il principe di Savoia , Emanuele Filiberto che inquisito dalla procura di Potenza per associazione a delinquere e altro, grida vendetta e chiede giustizia .Vendetta fu ! il povero principe non pensava che venendo in Italia si sarebbe trovato in galera nella terra dei briganti, la Basilicata e che sarebbe stato preso e trasportato da una gip dei carabinieri da Como a Potenza .Brutta storia, il giudice che l&acute&#59ha inquisito (simpatizzante del Regno Borbonico) avrà mangiato tanto di quel peperoncino che si è fatto bruciare persino il cervello, le ha pensate tutte pur di vendicare il popolo meridionale dalle stragi e tasse subite da casa Savoia sono contento.! Lasciamo stare il Principe di Savoia che di terre ne ha tante e torniamo alla nostra terra di Calabria dicendo che bisognerebbe creare, inventare un prodotto che possa diffondersi nel mondo al fine di incrementare la nostra ricchezza e far aumentare il nostro prodotto interno lordo. La civiltà greca oltre al gusto del bello ci ha trasmesso credo anche fantasia, creatività regole nelle forme quindi bisogna mettere in pratica queste gusti e farne tesoro altrimenti sembra che sia stato inutile l&acute&#59insegnamento dei Greci. Ebbene in Calabria sono rimasti pezzi architettonici di rara bellezza ma accanto a simili opere avrebbero dovuto rimanere anche la creatività, l &acute&#59educazione, lo spirito greco l&acute&#59ingegno di inventarsi di tutto pur di non essere terra povera e area sottosviluppata dell&acute&#59Europa intera. E anche nella musica i Greci sono stati sensibili un sistema Dorico ,Frigio e Lidio. Tre stati d&acute&#59animo diversi Uno triste, uno allegro, uno per la siesta pomeridiana. Non parliamo della musica calabrese o catanzarese rinvierei tutto in altre occasioni. Non diffondiamo per piacere i canti della malavita dove tutti sembra che siano innocenti o per lo meno lasciamoli vendere nei mercatini rionali dell&acute&#59eterno Aspromonte. E&acute&#59 inutile parlare allora di scolacium, teatrum, bronzum, riacium di grecità e di Calabria, terra di antichi origini nobili greche culla delle civiltà perché il rapporto di tanta arte e armonia non regge con la condizione educativa sociale del popolo calabrese mi riferisco chiaramente a coloro che s&acute&#59ispirano alla violenza alla vendetta alla sottomissione alla delinquenza in generalee che fra ndrine e sottondrine , compari e amici sono quasi 70.000. La grecità avrà lasciato un DNA caratteriale buono mentre gli spagnoli sono coloro che come dicono alcune molte canzoni di mafia esistenti hanno trapiantato la mafia attraverso i tre cavalieri : Osso, Mastrosso e Carcagnosso che in tempi lontani (1300 1400) arrivarono in Calabria e portarono le leggi della “società onorata “. E non parliamo del Santuario della Madonna dei Polsi li non c&acute&#59è rete telematica nemmeno per i cellulari, una cabina telefonica spesso scassata e se viene qualche brigante rimani li in quell&acute&#59angolo buio di quella vallata che sa di battesimo a sangue e pericolo di morte. Domandiamoci un po a che serve questo santuario e chi ci va ! sarei curioso ! ….chiedetevi un po ! La cultura greca ha insegnato per caso di essere piagnoni, vittime di persecuzioni psicologiche, di inseguire il fato, di piangersi addosso il protezionismo esasperato dei genitori verso i figli. Quasi si nella tragedia ? la Spagna ci ha insegnato di produrre regole mafiose, di avere sentimenti di rancore, di vendetta, di odio, di guerre fratricide e chi lo sa ! Putin ha detto di si dopo di me io questo scritto l&acute&#59ho composto il 10 ottobre 1996. Gli scultori dorici privilegiano la rappresentazione della forza, mentre gli ionici attribuiscono alle forme slancio e grazia sottile, il meridionale di Milano si difende dicendo &lt&gtMa al di la di queste considerazioni ritorniamo al peperoncino preparato e miscelato con vari intrugli persino con il cioccolato. E&acute&#59 una vera prelibatezza dicono, a me non tocca. E sull&acute&#59 autostrada Milano Napoli Sant&acute&#59Eufemia in un autogril preso dalla curiosità comprai il cioccolato al peperoncino e ne mangiai un pezzo per scoprire il vero aroma. Macchè! una vera delusione tanto da pensare dell&acute&#59inutilità di portare prodotti dal sud al nord con peperoncino al fine di essere consumati, questi non saranno consumati dai padani ma sicuramente dagli emigrati del sud che si trovano al nord. Ma a Diamante ci si inventa di tutto pur di attrarre gente e turismo, quindi dall&acute&#59accademia del peperoncino al concorso del peperoncino, dalle sagre ai gelati , dal cioccolato alla nutella ecc ecc , A Diamante si fa cosi quattro murales , il mare , feste e sagre e tutto a ritmo di peperoncino e di euro incassati e chissà anche qualche diarrea. Ma che sapore può avere un gelato al peperoncino ? Il tutto secondo me parte dall&acute&#59educazione che ti si viene data . A Diamante si fa tutto col peperoncino purchè lo dice il sindaco , il dottore, il prete , il politico ognuno lancia la sua ricetta per far soldi , il comune la promuove e manda avanti ed eccoti poi la gente che consuma e inneggia al peperoncino come il guaritore di tutti i mali. Magari qualche ricetta si decide pure a Milano ? chi lo saprà ? gli emigranti pur di ritornare nel proprio paesello s&acute&#59inventerebbero anche la polenta carciofata di Militello. Ma a Diamante il peperoncino lo consumano solo gli Adamantesi e qualche emigrato di ritorno al paesello, avete provato a mangiare la banana al flambé col peperoncino ? no, andate a Diamante sicuramente troverete un locale addetto con tavolini e sedie e un &acute&#59oste che vi farà gustare la famosa ricetta del &lt&gtche l&acute&#59ha inventata. Magari direte ma non ha nessun sapore ! però vi lamenterete che brucia e pagherete qualche euro per la bruciatura! M va ! a Diamante bruciano tutti e tutti mangiano il peperoncino e non ne sanno fare a meno mi diceva un Adamantese. Però l&acute&#59importante è organizzarsi ,attribuirsi la paternità perché la bandiera del peperoncino potrebbe passare anche a Catanzaro che tutto sommato è bene esposto al sole . Il peperoncino sembra essere un ortaggio che va difeso data la sua forma caricaturale caratteristica e il suo colore rosso vivo, verde e giallo. E &acute&#59 simpatico ,è come un corno quando lo vuole, e due corna si sa c&acute&#59è chi li odia e c&acute&#59è chi li gradisce. Il problema e che mentre Franco Neri il cabarettista grida al peperoncino di Soverato e lo eleva , Diamante il paesello lo vende organizzando una miriade di appuntamenti, Catanzaro ! a colpi di mandibola lo stritola gridando : &lt&gt o magari cerca raccomandazioni per farsi passare il bruciore ! Inventiamoci qualcosa, magari facciamo circolare alla sera due vetture dell&acute&#59azienda AMAC elegantemente arredate a ristorante in stile coloniale che ci permettono di trascorrere una serata originale e suggestiva attraversando Catanzaro comodamente seduti a cena dal centro storico fino al mare di Catanzaro Lido. Potrebbe essere un nuovo servizio Bus Ristorante &lt&gt , aperto dal martedì alla domenica, ideale per cerimonie, cene romantiche o alternative oppure da lunedì e martedì ideale per gustare un ottimo morzello catanzarese. Ne ho ancora una per i l prodotto interno lordo &lt&gt dotata di computer a bordo ( Tacco ) vi potrà aiutare di saltare le pietruzze che ostacolano il vostro cammino quando passeggiate ,quindi la costruzione di un calzaturificio. O magari ancora, la costruzione di due torri alte 250 mt posizionate nel punto più alto della città per poi poter dire ai turisti che da lassu si vedono le innumerevoli piantagioni di peperoncino a Diamante e a Soverato.. Sono tante le invenzioni diamoci da fare ! L&acute&#59importante è attirare l&acute&#59attenzione dei turisti in modo da coinvolgerli a visitare Caritànzaro e le sue meraviglie. I paesi s&acute&#59 inventano strani miscugli, i paesani di Catanzaro carichi di soppressate e salciccie fanno spesa e regalie a personalità influenti al fine di ottenere posti di lavoro, quante volte abbiamo sentito parlare del cosiddettu &lt&gt allo scopo di lubrificare la ruota e andare avanti ? E quante volte il nostro caro vigile, carabiniere, finanziere parente o no ci esentava a non pagare la multa ? Ei tu ! orfano di mamma e papa ! senza lavoro hai avuto i tuoi protettori onnipotenti che ti proteggevano ti aiutavano a non cadere nel fosso ? no, allora paghi la tua multa e se parli prendi anche botte! Viva il peperoncino calabrese o no ? …….. M° Mimmo Badolato