Inaffidabili? Siamo Calabresi

Quella che segue è una notizia apparsa sul sito www.libero.it alla pagina: http://liberoblog.libero.it/cronaca/bl6274.phtmlNotizia del 24 febbraio 2007 – 11:46 Inaffidabili? Siamo Calabresi L´immagine dei giovani di Calabria attraverso l´occhio di Oliviero Toscani. Ma basta scegliere facce banali per sradicare i pregiudizi? di Maria Giovanna MollaceE’ avvenuta in mattinata la presentazione della nuova Campagna di Comunicazione Istituzionale della Regione Calabria;in un’ atmosfera carica di memoria culturale in stile tardo rinascimentale e barocco, nella sala del Cenacolo, a due passi da palazzo Montecitorio a Roma. Sotto i pregiati affreschi della Sala: il governatore della Regione Calabria, Agazio Loiero; Nicola Adamo; e Oliviero Toscani, la mente, l’ideatore della campagna.Una Campagna di comunicazione che gioca a dare una nuova immagine della Calabria, attraverso scatti fotografici mirati,e facce di giovani calabresi dagli sguardi sereni e spontanei. Scopo della Campagna: capovolgere i luoghi comuni che da sempre contribuiscono alla divulgazione di opinioni fin troppo negative sulla regione.E’ stata una ricerca lunga, lo stesso Oliviero Toscani ha visitato parecchie scuole calabresi assieme al suo gruppo di lavoro ‘La Sterpaia,alla ricerca dei volti adatti alla campagna. E ha scelto facce banali, anzi, ha volutamente scelto facce banali, di adolescenti dai tratti somatici misti, tipici della Calabria, ma con le espressioni spensierate e naturali che si possono trovare in qualsiasi altro luogo d’ Italia. Associate a queste immagini, ha scelto frasi che contengono un pizzico di sfacciata ironia nei confronti dei luoghi comuni ai quali almeno una volta nella vita, ogni calabrese ha dovuto combattere. ‘’Mafiosi? Si siamo Calabresi…´;’, ed ecco in primo piano la faccia di un adolescente calabrese brufoloso che non farebbe male nemmeno ad una mosca. Campagna chiaramente provocotaria e oggettivamente anche un po’ banale, ma abbastanza efficace.Il punto è; chi è che scattera’ mai foto ai giovani calabresi un po’ meno sereni, con lo sguardo un po’ meno spensierato e giocoso di quello delle foto? Chi è che punterà l’attenzione a quella larghissima frangia di calabresi disillusi e arrabbiati dalle scelte sbagliate delle politica?Il punto è che gli stessi giovani con le facce felici delle foto di Oliviero Toscani,probabilmente, tra qualche anno se ne andranno dalla loro terra, come è successo per generazioni, come sta’ succedendo, e come succedera’ in futuro se non si programmeranno politiche serie e trasparenti. E’ storia vecchia, e ci vuole ben altro per rilanciare una regione. tratto da Maria Giovanna Mollace