La Calabria sana chiede a De Magistris

La Calabria sana chiede a De Magistris, un gesto d’amore: candidarsi a Presidente della RegioneAlla luce dei consensi raccolti in Calabria da Italia dei Valori e in particolare da un calabrese d’adozione, ma campano di nascita, come Luigi De Magistris chiediamo al leader Di Pietro e di conseguenza allo stesso De Magistris un gesto d’amore e di riconoscimento verso una Regione che ha disperato bisogno di intravedere un futuro migliore, almeno diverso da quello finora vissuto. Il gesto d’amore è la candidatura dell’onorevole De Magistris a presidente della prossima Regione Calabria, una candidatura senza se e senza ma, non trattabile attraverso possibili manfrine di primarie e primariette finte e di facciata e che preveda due discriminanti a nostro avviso indispensabili per portare avanti un progetto di grande ambizione ma di altrettanta speranza: la fedina penale immacolata dei candidati alle liste eventualmente collegate e la richiesta di rinnovare al 100&#37 i candidati, prevedendo la non presentazione di quelli già seduti, oggi o in passato, sugli scranni del Consiglio Regionale. Crediamo, per quello che ha significato l’esperienza in Calabria di Luigi De Magistris, per la straordinaria dimostrazione d’affetto di quella parte di Calabria sana che ha appoggiato con convinzione la statura umana e professionale di un umile servitore dello Stato raccogliendo più di centomila firme a suo sostegno, che forze politiche che anche in Calabria si sono battute per la moralità della politica rappresentate oggi dalle liste di Sinistra e libertà e Rifondazione (anche loro hanno raggiunto in Calabria un buon consenso elettorale) non mancherebbero di appoggiare una candidatura di così alto profilo e che per la prima volta, specie in Calabria arriva veramente dal basso e sarebbe anche la prima candidatura di sinistra (per sua ammissione De Magistris si colloca politicamente nell’area di sinistra) in una Regione costretta a votare da sempre Presidenti di area democristiana. Il resto del Centro&#45sinistra potrebbe ripartire proprio dalla presidenza De Magistris per dimostrare, con i fatti, e non con le parole, di puntare ad un vero rinnovamento della sua classe dirigente ed affrontare senza riserve il problema della questione etica e morale che crediamo sia una delle chiavi di lettura dell’emorragia continua di consensi che registra elezione dopo elezione. La Calabria e i Calabresi hanno il diritto di guardare con fiducia al proprio futuro, dai Gigi, abbiamo bisogno di te!Comitato promotore: Movimento Calabrialibrewww.calabrialibre.it