La gente scrive

vorrei portare alla vostra attenzione di ottimi osservatori e divulgatori della realtà che ci circonda,  un problema che investe, guarda caso, le fasce più deboli della popolazione. Chi di noi non è al corrente delle difficoltà che vivono colori i quali devono pagare un canone d'affitto tutti i mesi, che in periodi neri come quello attuale diventa uno spauracchio pronto a ripresentarsi ogni trenta giorni. Ci sono degli aiuti che annualmente la Regione eroga ai meno abbienti, ma nonostante per poterne usufruire si siano presentate le domande agli uffici competenti oltre u anno fa, del contributo per il fitto casa relativo all'anno 2008, ancora non si ha notizia. Anche gli uffici comunali preposti, settore Welfare, non hanno avuto comunicazione alcuna. Il dubbio che ci attanaglia è che probabilmente non saranno più erogati, dato che se finora non è stato deciso niente, difficilmente la cosa avrà un futuro.
Infatti, quale periodo è migliore di quello attuale, cioè pre-elettorale per il futuro governo della Regione, per dare i fondi alle famiglie bisognose e farsi propaganda, che è sì una deprecabile ed invalsa abitudine, ma come cittadini, abituati ormai a subire senza possibilità di alzare il capo e schiacciati di un pesante e azzerante bisogno, li aspettiamo con molta ansia.
Sembra strano che il presidente Loiero non abbia nelle sue iniziative a favore SOLO della sua campagna elettorale, trovato un posto in agenda per questo importante contributo per i cittadini, ma soprattutto enorme specchietto per le allodole per tutta la giunta uscente e che sarebbe servito, tra le altre promesse e cose fatte nell'ultimo trimestre, a far confluire consensi e voti.
Ma, mi chiedo e ci chiediamo: al presidente Loiero, ma anche all'opposizione che sicuramente vuole vincere le elezioni, o al nuovo Callipo, non interessano i voti di quella parte poverissima della popolazione che aspetta con immane bisogno i contributi? Forse sono troppo poveri, o troppo vecchi, o troppo stranieri (visto che anche loro ne hanno diritto) o troppo pochi rispetto a tutto l'elettorato, per cui quei quattro gatti che aspettano non fanno testo nel conteggio dei voti? In altre parole, siete già sicuri di vincere a prescindere dai voti? O siete tropo impegnati a fare campagna elettorale per occuparvi dei VOSTRI elettori-cittadini-poveri? Troppo impegnati a far andare avanti le vostre facce dai manifesti, perché tanto chi vi deve votare, i clienti cioè, vi votano comunque? Ci spiegheremmo così il perché delle solite candidature , delle solite facce e degli slogan vergognosi dei soliti candidati, che promettono terre promesse, fatti, concretezza tra la gente ed insieme alla gente, lasciandoci invece in balia delle onde tempestose di una crisi economica e morale che LORO hanno creato e che non vogliono risolvere, perché con tanti poveri e oppressi, ci sono più clientele. Dateci i contributi e sognatevi i nostri voti