LA RIFORMA DELLA FILIAZIONE: DALLA POTESTÀ GENITORIALE ALLA RESPONSABILITÀ GENITORIALE

di Caterina Spina

Partono domani, giovedì 19 febbraio, alle ore 16.00, nel Palazzo di Giustizia di Cosenza, presso la Biblioteca Arnoni dell’Ordine degli Avvocati, gli incontri del 2015 della Sezione distrettuale di Catanzaro dell’associazione degli Avvocati Matrimonialisti Italiani.

Il tema del primo appuntamento info-formativo sarà “La riforma della filiazione: dalla potestà genitoriale alla responsabilità genitoriale nell’ottica del diritto alla bigenitorialità del minore”.

Oggi, la nuova normativa istituisce la responsabilità genitoriale a quella che prima era la potestà genitoriale. Una responsabilità genitoriale, introdotta dal D.lgs. 154/2013, riscritta negli articoli 315 e ss. del Codice Civile dove, da un lato, vengono delineati meglio i doveri dei genitori verso i figli, mentre dall’altro si definiscono i doveri dei figli verso i loro genitori.

L’evento, patrocinato e organizzato in collaborazione con l’Ordine degli Avvocati e la Sezione di Cosenza dell’Associazione Nazionale Carabinieri, assegna ai partecipanti 3 crediti formativi.

Come di consueto, i lavori saranno introdotti dalla presidente regionale dell’AMI, Margherita Corriere, e dai saluti di indirizzo del presidente degli avvocati del Foro di Cosenza, Oreste Morcavallo, e del presidente dell’ANC di Cosenza, Sante Blasi. A moderare le relazioni degli illustri ospiti sarà il giornalista Valerio Caparelli, addetto stampa della Sezione distrettuale AMI di Catanzaro. Gli interventi previsti dal programma sono stati assegnati al docente di diritto romano e diritti dell’antichità della Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Urbino, Giovanni Brandi Cordasco Salmena, al docente di diritto privato del Dipartimento di Scienze Aziendali e Giuridiche dell’Università della Calabria, Anna Lasso, e allo psicologo e psicoterapeuta Marco Pingitore.

L’iniziativa vuole sensibilizzare gli addetti al lavoro e la società civile tutta sulla visione della responsabilità genitoriale, che si esplica in tutti i casi in cui vi siano dei figli, a prescindere dal fatto che questi siano nati all’interno o al di fuori del matrimonio.

Il convegno servirà anche ad illustrare come, per una precisa scelta legislativa, la normativa non abbia voluto definire volontariamente i confini della responsabilità genitoriale, poiché il concetto potrà evolvere in relazione all’evoluzione sociale e giuridica della società.

Un genere nuovo di responsabilità che dovrà essere esercitata di comune accordo da entrambi i genitori, così come stabiliranno insieme la residenza abituale del minore.

L’evento formativo sottolineerà anche come la responsabilità genitoriale non venga a cessare a seguito di una separazione o scioglimento, né tantomeno per cessazione degli effetti civili, annullamento o nullità del matrimonio.