MAFIA, ATTENTATO CASA IMPASTATO

MAFIA, ATTENTATO CASA IMPASTATO. AMMAZZATECITUTTI: “GRAVE QUANTO ATTENTATI COOPERATIVE”LOCRI (RC), 12/06/2007 &#45 “Chi offende la memoria non è degno di avere futuro”. Con queste parole il Movimento dei ragazzi di Locri “E adesso ammazzateci tutti”, si rivolge ai familiari di Peppino Impastato esprimendo loro piena solidarietà per i reiterati atti minatori perpetrati ai danni in questi ultimi giorni alla “Casa della Memoria Felicia e Peppino Impastato”.“Proprio a cento passi da quella casa – dice il Movimento in una nota – viveva il boss Badalamenti e non è possibile pensare che oggi, a quasi trent&acute&#59anni dall&acute&#59uccisione di Peppino Impastato, a Cinisi ci sia possa essere chi ne voglia spegnere il ricordo. E bisogna mettere assolutamente sullo stesso piano, per gravità della cosa, sia gli attentati alle cooperative che gestiscono beni confiscati, sia questa altra tipologia di attacchi, ovvero quelli contro la memoria”.L&acute&#59invito infine da parte di Ammazzateci tutti ad intitolare l&acute&#59Aula consiliare del Comune di Cinisi a Peppino Impastato: “A Giovanni Impastato, fratello di Peppino – continuano i ragazzi calabresi – non deve bastare la solidarietà nostra e di tutta l&acute&#59antimafia nazionale, ma ci aspettiamo un gesto tangibile da parte delle Istituzioni di Cinisi, a partire magari dal Comune, che in questi giorni sta discutendo l&acute&#59intitolazione dell&acute&#59Aula del Consiglio comunale a chi tempo addietro si faceva ritrarre in foto con Tano Badalamenti”.“E se Cosa Nostra e la &acute&#59ndrangheta – conclude la nota &#45 sono riuscite ad entrare in collegamento in passato, allora ecco la prova che anche l&acute&#59antimafia sociale calabrese e siciliana camminano sulla stessa strada: ecco il vero ponte tra Calabria e Sicilia, e lo abbiamo fatto prima noi che Cuffaro”.Movimento dei ragazzi di Locri “E adesso ammazzateci tutti”Ufficio stampawww.ammazzatecitutti.org