Meno liberi e più poveri

Negli ultimi cinque anni l’Italia è stata governata dalla cosiddetta Casa delle libertà, ma le libertà sembrano l’ultima preoccupazione di questo governo.Il presidente del consiglio ha occupato tutti gli spazi di informazione per vantarsi delle riforme varate in questa legislatura.Ma cosa hanno ottenuto gli italiani negli ultimi cinque anni?L’Italia è stata retrocessa al 42°posto nella classifica delle libertà economiche. Lo scorso anno era al 26° posto.Lo sostengono il Wall Street Journal e la Heritage Foundation, il “pensatoio” dell’America conservatrice, sulla base di parametri come il grado di intervento pubblico nell´;economia, la pressione fiscale, la politica monetaria, le politiche commerciali, gli investimenti esteri, il sistema bancario.Prima di noi, più liberi di noi dal punto di vista economico, ci sono Paesi come Malta, Bahrain, Armenia, Botswana, Barbados, El Salvador, Cipro e Cile. La diminuzione delle libertà economiche, è dimostrato dai fatti, vuol dire meno mercato, meno democrazia, un peggior tenore di vita dei cittadini.Infatti, nei Paesi più liberi il reddito pro-capite è di oltre 30.000 dollari l´;anno; nel gruppo intermedio, quello dell’Italia, la media è di 13.350. Meno della metà.Meno liberi e più poveri.Chi dobbiamo ringraziare?Spedito da Antonio di Pietro