Moralismo in saldo! E l´Etica!?

Con il suo intervento sul Quotidiano del 19.7.2005, il sottosegretario Naccarato, l´eminente studioso e mentore della nuova legge sullo Statuto Regionale (Prof. Gambino docet!), ha colmato la misura. Questo campione del trasformismo calabro – tirrenico, cresciuto nei salotti della Roma bene come vicino al presidente Cossiga, a cui va la mia stima da cittadino repubblicano … Questo Nembo Kid della politica di 3^ e 4^ fila della I^ Repubblica, a quanto pare l´Unica perché Costituente, Ideale e Pregna di Valori Risorgimentali. … Costui ritorna in Calabria sulle ali di qualche “calcio” per diventare Consigliere Regionale di Chiaravalloti, regolarmente presente nel Listino. Questo grande uomo ha mai vissuto la sua terra, i suoi problemi, le ansie e le angosce delle generazioni calabre? Da Destra a Sinistra come splendida cavolaia (un lepidottero!) svolazzava e svolazza sulle cime di rapa! Sottosegretario alla Presidenza Regionale di Centro Sinistra, oggi, Organico, ieri, nel Centro Destra, analizza, testimonia, difende l´On.le Agazio Loiero e si dice d´accordo sullo sfascio lasciato dalla ex Giunta Chiaravalloti. Ma lui, Naccarato dov´era!? Egli dimentica, forse stordito dai profumi del cedro, anch´;esso cancellato ormai da nuova essenza mefitica, forte ed intensa, che domina il suo Tirreno come il mio Ionio, miasmatica essenza in un mare di antiche vestigia! Altrochè Mare da Bere e Turismo da Canotta, meglio da canottiera! Persino la Stampa nazionale e la Rai regionale (l´ottimo Gregorio Corigliano docet!) non vi sopportano più. La politica fai da te è per tutti i compagni di merenda, e ce ne sono! Non di “Moralismo in saldo” si tratta, Sottosegretario Naccarato. Semmai ben altra parola le dovrebbe sovvenire, che quella, Sì, è stata BANNATA, si dice così in termini mediatici attuali. Quella parola è ETICA. Ed essa si sa, per chi la conosce, non va mai in saldo! Noi Cittadini Elettori, non Clienti, giudicheremo giorno dopo giorno la vostra morale, il ministero, i privilegi, gli stipendi smaccatamente esuberanti, le auto blu, i portaborse, le amiche, le mogli ed i figli, appartenenti alla casta politica del “volemose bene”, nella continuità più becera e rivoltante per un perfetto inciucio blaterante e maleodorante. Con gli anni ´nasce la Regione e questa classe politica, e in Calabria si continua a morire . di voglia di impresa e di impresa fantasma (criminalità illegale); . di burocrazia (criminalità legalizzata? ) . di politica fai da te (che, da più anni con spirito di conservazione animale sopravvive a se stessa ); di sanità pubblica e privata (si tocca ferro entrandoci per necessità); di credito (l´usura può essere anche figlia della politica creditizia nazionale, regionale, paesana). Sono stanco ed incazzato e come me siamo tanti ad esserlo! L´estate è qui, l´aria è pesante, il mare maleodora, l´afa opprime e l´ambiente attorno esala cattivi profumi, le tasche son vuote e la mente e il cuore invocano nuovi Robin Hood o futuri Masaniello, con migliori fortune. A lei ed ai suoi pari la scelta! Vincenzo Rende