Notte Brutia è l’ora dei corvi

Dopo Notte Brutia  e’ l’ora dei corvi, Calabriasviluppo, invita ad alcune riflessioni:Premesso che la manifestazione fortemente voluta dall’amministrazione comunale, come prima iniziativa del genere, è stata realizzata senza impiego di risorse economiche da parte del Comune, tutti i soggetti coinvolti nel progetto hanno autofinanziato gli eventi all’interno del contenitore “Notte Brutia”. Tutti i soggetti coinvolti attivamente sapevano a priori di essere esposti alle certe critiche del giorno dopo, ma non per questo si sono tirati indietro. E’ anche vero che alcune attività commerciali hanno chiuso entro il normale orario lavorativo, ma lo hanno fatto a prescindere dalla riuscita dell’evento, non potendo conoscere di fatto la consistenza delle presenze che ci sarebbero state durante le ore notturne. Le notti bianche entrano a regime dalle 22.00 in poi, per cui o le attività commerciali che non hanno aderito all’invito della Amministrazione comunale, avevano capacità predittive (peraltro errate) oppure si sono orientate verso una scelta inopportuna, sbagliando ovviamente, visto il successo  ottenuto dalle attività che hanno avuto il buonsenso di lasciare la saracinesca alzata, e degli standisti presenti, nonché dai dirigenti di alcune associazioni di categoria, che hanno snobbato l’evento, che ancora verso la mezzanotte girovagavano tra la folla con espressioni di vivo disappunto. Ci ha sorpreso inoltre la tempestività con la quale alcune testate hanno parlato di insuccesso della manifestazione, a tal proposito dobbiamo solo rimarcare ad onor del vero ed è a tutti noto che dopo le 23.00 i giornali sono in macchina, pertanto ci chiediamo come abbiano fatto a prevedere l’insuccesso dell’iniziativa, che ha visto nonostante il clima incerto, la presenza di oltre 25.000 persone, con un turn-over di circa 60-70 minuti a partire dalle 18.00, con picchi altissimi di presenza dalle 22.00 in poi. Un’ultima annotazione, non meno importante di fronte al niente di cui sono promotori i soliti impresentabili ed auto-referenziati soloni disfattisti, che hanno di fatto distrutto la piccola distribuzione cittadina, qualunque risultato abbia ottenuto Notte Brutia, è comunque un risultato magari anche migliorabile ma è indiscutibilmente un punto di partenza. Punto di partenza di un evento nel quale hanno creduto l’Amministrazione comunale, associazioni importanti e imprenditori attenti, a questi va il ringraziamento dei tanti cittadini che hanno goduto degli spettacoli e delle prelibatezze enogastronomiche di questa terra.

Associazione CalabriaSviluppo