Nuovi programmi, nuove battaglie

A conclusione di un anno di attività che ci ha visto spesso sotto la luce dei riflettori, per l´impegno sociale e politico profuso senza risparmio alcuno da militanti ed associati di Calabrialibre, ripartiamo per dare slancio all´attività con la convinzione di essere sulla strada giusta, per un´azione volta allo sviluppo economico-sociale della gente di Calabria. La presa di coscienza di migliaia di corregionali ormai consapevoli dello sfascio creato da oltre 50 di cattiva amministrazione, tesa solo a distruggere l’ambiente, la cultura ed il tessuto socio economico calabrese, ci stimola a perseverare, nonostante gli attacchi e le reazioni isteriche di un sistema che ci ha pure trascinati in tribunale a rispondere di alcune critiche sollevate al sistema politico-parentelare messo su dall’intero apparato politico amministrativo regionale. Le frequentazioni politiche, nei diversi contesti, ma soprattutto l’esperienza di un percorso comune con il movimento di Antonio di Pietro, solo da oggi partito, ci ha consentito di toccare con mano ancora una volta, come gli apparati di potere anche all’interno di contesti politici che si dichiarano a favore della legalità e dello sviluppo siano pregni di arroganza e immoralità. Abbiamo ancora una volta, se ce ne fosse stato bisogno, verificato cos’è il verminaio della politica, è bastato affacciarsi da uno spiraglio per essere consapevoli di aver respirato l’aria della latrina. Da questo partiamo per essere più coesi, meno ingenui, per portare avanti, insieme, un grande progetto di ricostruzione morale della classe dirigente regionale.