Nuovo Partito Democratico di A. di Pietro

Sul tema del nuovo Partito Democratico ho inviato una lettera, di cui riporto alcuni passi, ai leader di Ds e Margherita Piero Fassino e Francesco Rutelli e al Premier Romano Prodi, in qualità di leader dell’Italia dei Valori.“In questi giorni tra le priorità politiche in agenda dei vostri partiti state riproponendo la fondamentale questione del Partito Democratico. Una notizia molto apprezzata da me e dall’Italia dei Valori. Il mio partito auspica la costituzione, anche in tempi brevi, di un unico soggetto tra le diverse forze politiche all’interno della nostra coalizione, sia per superare l’individualismo dei partiti, sia per la costruzione di un percorso politico comune e di lungo termine.In virtù dell’attuale legge elettorale ogni partito può condizionare gli altri. Una situazione da modificare perchè gli italiani richiedono ormai il bipolarismo, la stabilità ed una politica dell’alternanza. Il dialogo per la costituzione del nuovo Partito Democratico deve coinvolgere tutte le forze politiche della coalizione con l’importante partecipazione della società civile. Il Partito Democratico deve partire da questo, per non diventare una semplice sommatoria di due segreterie di partito.Credo che il Partito Democratico debba considerare le diverse culture cattolico&#45democratica, socialista, liberale e riformista in ugual misura nel processo di aggregazione.Sono lieto che tra le urgenze politiche abbiate inserito la questione della creazione del nuovo soggetto e per questo, per la serietà che contraddistingue la nostra coalizione, sottolineo la disponibilità dell’Italia dei Valori a partecipare all’avvio di questo importante percorso, in particolare nella prima fase, la più importante e delicata”.