Pane, amore e Made in Italy, i ragazzi di Corigliano e Cantinella

Quest’anno alla “GRAN FESTA DEL PANE XI EDIZIONE” di Altomonte -CS- sarà presente L’ISTITUTO ERODOTO DI CORIGLIANO con il Progetto “Pane, amore e Made in Italy. Il progetto presentato qualche mese addietro sta per giungere a conclusione, i ragazzi dei comprensivi di Corigliano e Cantinella fortemente motivati dalla dirigente Prof.ssa Susanna Capalbo si sono cimentati in diverse attività formative e laboratoriali, finalizzate all’acquisizione di informazioni sui grani antichi sulle farine e sul pane. Proprio il pane che si celebra ad Altomonte in questo mese di maggio è il fil rouge dell’evento, quello fatto con le farine di grani antichi, da agricoltura biologica e macinati a pietra, magari nei diversi storici mulini ad acqua recuperati in Calabria.
Tre giorni di incontri, confronti e degustazioni per parlare di buona alimentazione e agricoltura sostenibile, con la partecipazione degli studenti, oltre che dell’Istituto Erodoto di Corigliano capofila del progetto sul pane, anche di numerosi istituti alberghieri di tutta la regione.
Corigliano Calabro, tra l’altro da quest’anno è coinvolta, in un’altra iniziativa che sarà presentata durante l’evento di Altomonte ed è “Panturismo, il cammino del pane” un progetto del network TEO (il turismo dell’esperienza e dell’ospitalità), a cui hanno già aderito più di quindici comuni, una rete finalizzata alla promozione turistica che ha il pane come trade union tra i territori. Le nuove generazioni, che le classi dei comprensivi coinvolti rappresentano alle prese con modalità di apprendimento tra il mondo digitale e quello analogico, troveranno in questo contesto una sintesi di quella che è ed è stata la storia di questa regione, profondamente contadina, raccontata anche attraverso la tradizione ed il pane.