Pensiamo al dopo 10 aprile

di Massimo VELTRICircolano facsimile elettorali riportanti indicazioni di voto per Mancini alla Camera e Gentile al Senato. Non è una novità, sotto il cielo Calabro, questo pasticcio che rende esplicito un ciuciuciu da tempo esistente fra l&acute&#59ambiente manciniano e quello gentiliano, volto a non darsi fastidio reciprocamente e a spartirsi il territorio. La novità sta invece nel fatto che questa volta la denuncia avviene prima e non a giochi fatti. Paolo Palma, cinque anni fa ha scelto d&acute&#59essere fatto fuori, prima di prendere posizione, malgrado in tanti, e certo chi scrive, l&acute&#59avevano messo sul chi vive in tempo utile.Ora i Ds, in termini formali e con gran rilievo dicono le cose come stanno, ed è, comunque lo si guardi, un atto di chiarezza. Che lo si faccia a tre giorni dal voto politico, a poco più d&acute&#59un mese dalle elezioni a Cosenza è un discorso che merita attenzione. Competion fra alleati per il Parlamento, e va bene, ma a Palazzo dei Bruzi che accadrà? Non è un mistero che da una parte c&acute&#59è il ticket Perugini&#45Ambrogio, dall&acute&#59altra Mancini che non si capisce bene che vuol fare, a parte l&acute&#59accordo trasversale con Gentile, di cui i facsimile per le politiche sono le prove generali. La confusione e lo sconcerto sono grandi, e comunque occorre non farsi sfuggire la barra. E&acute&#59 praticabile ancora un cartello Margherita&#45Ds, e con quei nomi, dopo la spaccatura di Loiero? Mancini (con Gentile) andrà avanti, o…Certo, da 4 anni almeno a questa parte, Cosenza pare sprofondata in una spirale distruttiva che giorno dopo giorno cresce d&acute&#59ìintensità. Eppure Cosenza non è solo e tutta quella che verrebbe fuori dalla rappresentazione che la politica riesce a darne. E&acute&#59 possibile superare Mancini e il mancinismo con soluzioni forti, condivise e trasparenti? Si può lavorare per soluzioni che rappresentino vere e proprie discontinuità e reali salti di qualità? Io continuo a pensare di sì, e la risposta potrà venire, una prima risposta, dagli esiti, complessivo e disaggregati, delle politiche: poi. in 15 giorni, quest&acute&#59è il tempo a disposizione, lavorare per Palazzo dei Bruzi.Anche perchè dalle politiche si avranno, è presumibile, riscontri tali da terremotare non solo Cosenza. Loiero viaggia con la sua lista intorno al 10 percento, non sufficiente, si pensa, a promuovere deputati visto ch&acute&#59è improbabile si raggiunga il quorum nazionale, ma comunque sottrarrà consensi e possibilità d&acute&#59eleggere deputati a Margherita e Ds. Dopo che accadrà. e per la Regione e nel quadro politico? A Rende Talarico è ormai pronto a correre, anche da solo, per fare il sindaco. Adamo andrà a Roma o no? Franchino restera alla guida Ds di Cosenza? E Guccione come si muoverà?Come lo si gestisce e governa un quadro così complesso? Condito dai firmatari dell&acute&#59appello per Minniti al Governo, con presenze che non stupiscono, ma almeno lasciano chiaramente capire che cosa intendevano, costoro, per rinnovamento. Condito con la disarmante affermazione di Misiti secondo il quale D&acute&#59Alema, Minniti e Loiero l&acute&#59avevano spinto a fare l&acute&#59assessore nella giunta regionale (di centrodestra).L&acute&#59elettore sarà anche disarmato, opportunista, non autonomo, pronto ad accettare tutte le promesse e le sirene di questo mondo: certamente, mettiamola così, non lo si aiuta per niente, con questa con&#45fusione.