Per una Nuova Liberazione dell´Italia

Una VERA POLITICA DEL CAMBIAMENTO, non ipocrita e veramente onesta, sarebbe partita, di necessità, da N A P O L I, come prima, irrinunciabile e primaria tappa di qualsivoglia campagna elettorale seria e responsabile, assumendosi, riconoscendo e pronunciando pubblicamente, da Destra, da Sinistra e dal Centro, un condiviso quanto alto e chiaro, “MEA CULPA” o meglio “NOSTRA CULPA”, così come dovrebbe essere se appartenesse a cosiddetti leaders, dirigenti e gregari che dir si voglia dell’intero Zoo politico o Fattoria degli Animali nostrani anche una minima soglia di dignità e decenza umana personale, partitica e politica in senso lato.L’imperversante “VELTRUSCONISMO”, al contrario, si è ben guardato dall’ immergersi, come avrebbe dovuto, nel fetore, che gli appartiene pienamente di diritto e “in primis”, poiché è un suo diretto prodotto di mala e corrotta amministrazione e di altrettanto pessima politica ambientale di Centro-Destra e di Centro-Sinistra, delle montagne di sacchetti di rifiuti in cui vivono, purtroppo, da troppo tempo, tanti cittadini italiani, di discariche abusive, eco-balle di anonimo e inopinato contenuto che, UDITE, UDITE!!!, un Governo non più nei suoi pieni poteri, espressione da intendere in tutti i suoi sensi peggiori e cioè ormai incapace di intendere e volere, vorrebbe smaltire neltermovalorizzatore di Acerra, cioè nel cosiddetto “triangolo della morte”, in cui si registra, già, un’elevata quanto sospetta incidenza di specifiche neoplasie tra gli abitanti(che importa ai politici, basta che i famigerati rifiuti vengano tolti dalle strade, per tutelare l’immagine dell’Italia all’estero!). E mentre, con inqualificabile impudenza, il “CAPO COMICO” DELLA COMPAGNIA DI DEMOLIZIONE E DI “SFASCIO”(leggi Governatore della Campania, Bassolino) rimane impassibilmente e a-moralmente in carica e, pur nella sua acclarata disfatta che sta, per altro, dinnanzi agli occhi del mondo intero, osa rinviare una sua eventuale e comunque ormai fuori tempo massimo Ritirata alle classiche Calende greche, adesso, non a caso, addirittura, a dopo la programmazione dei fondi comunitari (si sa, siamo il Paese, per antonomasia, delle macchiette, dei Pulcinella, dei clowns e dei funamboli), nessuno, come diretta controparte istituzionale autorevole e autorizzata, pubblicamente, s’indigna, né si guarda bene dal prendere alcuno “straccio” di provvedimento(e come potrebbe, del resto, considerando le molteplici corresponsabilità, a tutti i livelli, che investono TUTTI I GOVERNI NAZIONALI ALTERNATISI, NEGLI ULTIMI QUATTORDICI ANNI, di opposte Coalizioni, ministri dell’Ambiente di diversa provenienza politica, ma ugualmente e indifferentemente incapaci, incompetenti e bloccati nell’azione e nella decisione da deleterie e opinabili ideologie e interessi, GIUNTE REGIONALI, AMMINISTRAZIONI LOCALI, PLURIMI E REITERATI COMMISSARIDELL´;ERMERGENZA continua e senza fine, perché assai redditizia, ma anche PROCURE per lungo tempo disattente e inattive?). Come al solito, dovremo attendere che sia la MAGISTRATURA, ma solo, sia ben chiaro, si spera almeno, a condanna definitiva dei responsabili degli illeciti, a meno che non siano salvati da una sopraggiunta provvidenziale prescrizione, anche considerando l’intollerabile durata dei processi in Italia, a sollevare, rimuovere e allontanare, ormai per provata indegnità, dall’agone politico, ci auguriamo definitivamente, anche se in Italia, ai politici sembra siano riservate cariche a vita e prebende in uguale usufrutto, così tanti amministratori incompetenti e incapaci. Il VELTRUSCONISMO, che sa tanto di marketing puramente elettorale, attraversa, intanto, l’Italia, dribblando e deviando accuratamente la rotta elettorale dalla sua propria nefanda e nefasta, autopoietica e metastatica “MONNEZZA” morale, etica, politica e culturale che ha reso il Napoletano, ma sarebbe bene dire l’intero MEZZOGIORNO, la “PATTUMIERA NAZIONALE E INTERNAZIONALE DEI RIFIUTI PIU´PERICOLOSI E TOSSICI”. Ben venga, allora, l´ASTENSIONE ATTIVA e tutte quelle forme di sollevazione morale ed etica di una parte “non contaminata” del Popolo che non ci sta al degrado e al declino cui ha portato e costretto il Paese UN TRASVERSALE SISTEMA DI POTERE POLITICO-AFFARISTICO-CLERICO-MASSONICO-CRIMINALE ORGANIZZATO IN COMITATI D´AFFARI, CHE HA REALIZZATO, NEI FATTI, “IL PIANO DI RINASCITA DEMOCRATICA DELLA P2” (VERIFICARE PER CREDERE) E HA REINTRODOTTO, CON UN ACCORDO CONDIVISO E CHIARAMENTE TRASVERSALE AI DUE SCHIERAMENTI DI CENTRO-DESTRA E CENTRO-SINISTRA, LA RIFORMA ELETTORALE ACERBO(VERIFICARE PER CREDERE) VOLUTA DA BENITO MUSSOLINI NEL 1923, esautorando, “sic et simpliciter” ed “ex abrupto”, i cittadini da qualsivoglia libera decisione e scelta in merito alla vita politica del Paese. La DISOBBEDIENZA CIVILE, DUNQUE, nella sua più alta espressione E´UN DIRITTO ed è giunto il momento topico per metterla in atto e farla valere, declinandola in tutte le sue varie e articolate tipologie. E’ tempo di un NUOVO MOVIMENTO DI LIBERAZIONE DELL´ITALIA!!!E´L´ORA!!!Saluti e Auguri a tutti Hannah