Politici: Innocenti e perseguitati a prescindere

Coro unanime e strali contro la magistratura, nessuno conosce gli atti e già tutti accusano i Magistrati di comportamenti illegittimi o spropositati. Pur esprimendo comprensione per la vicenda umana, esprimiamo biasimo per questo modo di esprimersi della politica. Questo comportamento non fa che confermare il desiderio da parte della politica di impunità assoluta, quando ci si esprime contro la Magistratura senza conoscere le carte e senza rispettare l’indipendenza dell’istituzione, non può che significare aspirazione all’impunità, qualunque reato si commetta. Questa è la percezione diffusa che si ha raccogliendo i commenti dei Politici, uniti senza riserve a condannare i Magistrati del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, destra, sinistra e centro. Un vergognoso coro che all’unisono difende la casta innocente e perseguitata a prescindere. Siamo consci dello scontro di poteri in atto, ma ci si vuol far credere che ci siano dei Magistrati che agitano le manette per motivi politici, non si vuole ammettere che ci sono dei magistrati genuflessi alla politica e ai poteri forti e dei Magistrati autonomi ed indipendenti che svolgono il loro servizio senza guardar in faccia a nessuno, non si vuole ammettere che la politica ha superato il limite della decenza nei privilegi che si è riservata, ma che questi privilegi vuole conservare in modo impunito, in una società reale che regredisce economicamente e sul piano delle garanzie sociali, la casta, i propri rampolli e i loro cortigiani si ritengono intoccabili per definizione. Siamo tutti consapevoli che nei Tribunali italiani non tutto è perfetto ed efficiente, ci sono infiltrazioni e connivenze, ma anche qui la politica ha le sue responsabilità, quello che noi contestiamo fortemente è questa impostazione; del politico innocente a prescindere. In un paese democratico l’impunità non esiste per nessuno, tutti i cittadini sono uguali dinanzi alla legge, anzi i politici devono essere, proprio per il ruolo che ricoprono più uguali d tutti gli altri, sono tenuti a dare l’esempio, devono prestare la loro opera con spirito di servizio, devono attenersi a comportamenti di sobrietà e devono sottoporsi alla giustizia in modo sommesso e responsabile. Inutile sottolinearlo, esattamente il contrario di come sono oggi i nostri rappresentanti.Giorgio Durante Presidente CalabrialibreComitato Regionale Calabria per l’etica e la legalità.www.calabrialibre.itwww.perlacalabria.it www.puntoebasta.itwww.ammazzatecitutti.org info@calabrialibre.it