Quello che Befera non dice

Troppo facile per il Presidente Befera, affermare che loro applicano
la legge, e che sono meri esecutori per conto dello Stato e della
pubblica amministrazione, certo per uno che guadagna oltre 304.000
euro annui, sarebbe imbarazzante spiegare alla gente perchè un
centralino dell'agenzia delle Entrate è staccato per giornate intere,
perchè per accertare uno sgravio passano mesi, perchè la gente grazie
ai suoi sottoposti girovagano da ufficio ad ufficio senza ottenere una
risposta. Il Presidente di Equitalia, nonchè vicepresidente di
Equitalia Sud, nonchè Direttore dell'Agenzia delle Entrate, dovrebbe
essere in grado di organizzare uffici e dipendenti, dovrebbe essere in
grado di ridurre al minimo i tempi di evasione delle pratiche e il
margine di errore. Dovrebbe essere in grado soprattutto di mettere in
rete la pubblica amministrazione con l'Ente che lui dirige, per dare
risposte in tempo reale, e non dopo anni, come ha affermato un suo
dipendente della sede di Cosenza, perchè un altro Ente non risponde si
quesiti posti. In mezzo a queste inefficienze e disfunzioni ci sono i
cittadini stritolati dalla macchina infernale dell'esazione questa si
macchina efficiente, rapida, ed inarrestabile. Alcune volte non
bastano dieci anni per dimostrare che  sono stati commessi degli
errori, possiamo provarlo e documentarlo, in questi dieci anni l'unica
cosa che procede impeterrita ammucchiando interessi su interessi è
Equitalia, fermi amministrativi, ingiunzioni, cartelle e raccomandate
a proposito quante ne spediscono all'anno? Il cittadino è preso
dall'incubo della cassetta postale non passa giorno o settimana che
non arriva qualche comunicazione del fisco, e non è mai una buona
notizia, pochi i rimborsi, quasi mai pagamenti di fatture alle imprese
che lavorano con la pubblica amministrazione. Un drago che tutto
fagocita in mano a poteri forti, più di qualche volta beccati con le
mani nella marmellata, delle vendite immobiliari di malcapitati
contribuenti. Se queste cose il Presidente le conosce le venga a
spiegare pubblicamente altrimenti non vediamo perchè dobbiamo
distribuire incarichi e prebende milionarie a persone che non
conoscono i meccanismi che sono chiamati a governare.