RIDUZIONE ASL: IOVENE, ASCOLTARE PROTESTE

SBAGLIATO METODO E MERITODichiarazione di Nuccio Iovene, senatore Sinistra Democratica”La decisione della Giunta regionale di ridurre da 11 a 5 le Aziende Sanitarie Locali senza alcuna concertazione ed alcun confronto con le Istituzioni locali, i sindacati e le altre forze sociali desta preoccupazione sia per il metodo che per il merito. Il centrosinistra dovrebbe distinguersi dal centrodestra per la capacità di dialogo e confronto, per la costruzione di scelte condivise e non per decisioni calate dall&acute&#59alto e dal sapore gravemente burocratico e a dispetto delle aspettative e delle prerogative delle comunità locali. Alimentare conflittualità e localismi, mettere i territori l&acute&#59uno contro l&acute&#59altro, applicare criteri incomprensibili (una ASL per ogni provincia a prescindere dalle dimensioni, dal numero degli abitanti e dai problemi territoriali di ciascuna provincia) non né riformista né l&acute&#59espressione di una buona politica. Le ASL in Calabria si debbono e si possono ridurre ma nella chiarezza dei criteri e in un progetto fortemente ancorato al Piano Sanitario regionale di cui ancora non si capiscono i contenuti, e cercando di individuare le vocazioni e le funzioni di ciascuna area territoriale. La decisione adottata sta pericolosamente buttando benzina sul fuoco delle tensioni localistiche e campanilistiche di cui la Calabria non ha alcun bisogno. Le proteste di questi giorni lo testimoniano e non possono rimanere inascoltate.”