Scuola e Giustizia di Paola Papi

“Solo partendo dalla scuola si può promuovere il senso della giustizia, del diritto,…. …”&#45 lo ha detto la senatrice DS Rosa Villecco Calipari intervenendo oggi a Corigliano Calabro alle iniziative del distretto scolastico per l’educazione alla legalità &#45…. è la scuola che può efficacemente promuovere iniziative per l’educazione alla legalità, denunciare la sopraffazione, quella quotidiana che viene da ogni forma di discriminazione e dal mantenimento di condizioni di povertà e di marginalità sociale, e quella delle organizzazioni criminali “.….Organizzazioni criminali &#45 ha proseguito la senatrice DS &#45 come, la ‘ndrangheta, che affligge la Calabria, ma che troviamo anche in altre regioni, una mafia che per la sua aggressività, la sua pervasività è stata definita “un’emergenza nazionale” . …E come si fa a non considerare “questione nazionale” quella della sicurezza, della legalità in Calabria, al tempo stesso regione tra le più depresse d&acute&#59Europa e casa madre di una delle economie criminali più forti del globo”.Ecco – ha aggiunto la senatrice Rosa Villecco Calipari &#45 il governo Prodi ha tra i suoi impegni più gravosi quello di combattere fenomeni criminali come questo con continuità e in profondità, sa perfettamente di dover evitare che venga trattato semplicemente come una di quelle emergenze che trascorsi i momenti più alti di allarme vengono dimenticate…E questa lotta &#45 ha aggiunto Rosa Villecco Calipari &#45 parte con misure che garantiscano sviluppo per questa regione”. Poi rivolgendosi ai ragazzi la senatrice DS ha concluso: “…La sicurezza è maggiore quanto più le regole diventano condivise…ci sono comportamenti, infrazioni, atteggiamenti minacciosi, vandalismi, che non sono contemplati dal diritto penale ma rendono difficile la convivenza sociale e generano paura…è “l’istituzione scuola”, prima grande istituzione da rispettare e da rafforzare, a poter essere protagonista nella diffusione della cultura della legalità e della democrazia, per una migliore convivenza tra diversi, nel rispetto delle regole, e per una società più giusta.Ecco perché , proprio cominciando da occasioni come il Concorso che è stato lanciato tra i ragazzi qui a Corigliano, la fase finale di un percorso articolato di grande valore, che va incoraggiato e sostenuto, si devono promuovere iniziative, la realizzazione di progetti per sostenere la costruzione del senso dello Stato, la creazione delle condizioni per un cambiamento culturale che affermi il giusto valore per il rispetto delle regole, promuovere una percezione positiva delle Istituzioni garanti dei diritti dei cittadini e della legalità, sviluppare la discussione sui temi della lotta alla ‘ndrangheta,dell&acute&#59antiracket e antiusura, ponendo il sistema scolastico al centro di un cambiamento dell&acute&#59atteggiamento culturale”. per ulteriori informazioni:Paola Papi