Siamo alle solite “Roberta Lanzino”

CENTRO CONTRO LA VIOLENZA ALLE DONNE “Roberta Lanzino”Siamo alle solite.Cambio di Giunta, progetti interrotti, interlocutori che cambiano, si ricomincia daccapo. Con fatica e difficoltà, perché siamo un Centro di volontarie che offre assistenza e accoglie donne in difficoltà per fenomeni di violenza, abbiamo atteso che i nostri nuovi amministratori si orientassero, prendessero possesso del Palazzo Comunale, guardassero le “vecchie carte” per osare di chiedere Loro un incontro, un appuntamento come si dice, ovvero ci ricevessero.Abbiamo pazientemente atteso nonostante la violenza alle donne non si fosse arrestata, nonostante le donne in difficoltà della nostra città abbiano continuato a richiedere aiuto ed assistenza presso il nostro Centro, nonostante la Ministra Pollastrini ci abbia invitate e ricevute, nonostante avessimo portato lustro alla città di Cosenza perché grazie a noi inserita nel Progetto Pilota del Call Center –1522, nonostante proprio oggi 23 Novembre una di noi parlerà alla Camera dei Deputati in un Seminario dal titolo “Violenza alle donne Violenza di Genere”, nonostante…..Potremmo continuare ancora per molto per dimostrare e dare visibilità al lavoro, all’impegno, alla professionalità di tutte noi, che con spirito di servizio e dedizione continuiamo, nonostante le Istituzioni.Nella Rete Nazionale dei Centri Antiviolenza la maggior parte dei Centri hanno ottenuto un riconoscimento che si traduce in finanziamenti stabili e adeguati, in un proficuo rapporto di collaborazione con le Istituzioni, che in sinergia programmano, investono e si attivano per combattere il problema della violenza alle donne. Pensavamo che quanto prodotto nel passato non venisse messo da parte&#59 speravamo alcune esperienze del passato venissero valorizzate.Un nostro slogan recita “Chi ti usa violenza conta sul tuo silenzio”.Siamo in attesa di un cenno di risposta ovvero di un incontro con il Sindaco. Ormai siamo da troppo tempo in silenzio.E sono troppe le scadenze e troppo impellenti gli impegni che abbiamo assunto con le donne in difficoltà.Ci sentiamo obbligate a chiedere quindi pubblicamente, a mezzo stampa che fine ha fatto la Convenzione fra l’Amministrazione Comunale e il Centro contro la violenza alle donne “Roberta Lanzino”? Che fine ha fatto il Progetto della Casa delle donne? Che impegni intende assumere la nostra Amministrazione sui temi della prevenzione e della formazione, delle azioni di contrasto alla violenza alle donne?E infine, alla nostra richiesta, telefonica sia chiara, di patrocinio di una giornata di studio nazionale sullo stalking (atteggiamenti persecutori che precedono la violenza), con la partecipazione di giuriste e studiose note in tutta Europa, la disponibilità della nostra Amministrazione è stata nulla.Neanche la disponibilità di una Sede.Se questa è una Città normale……Cosenza 23 Novembre 2006