SPRECO DEI FONDI EUROPEI IN CALABRIA

SPRECO DEI FONDI EUROPEI IN CALABRIA(Riceviamo e pubblichiamo) Al Presidente del Parlamento Europeo e suoi Membri, Al Presidente del Consiglio Europeo e suoi Membri, Al Presidente della Commissione Europea e suoi Membri, Mi rivolgo a Voi perché le Istituzioni Italiane non ascoltano i propri cittadini e perché ANCHE A VOI forse VIENE NASCOSTA LA VERITA’. Il mio è un APPELLO per chiedere che vengano IMMEDIATAMENTE REVOCATI i Finanziamenti Europei previsti per la Calabria (regione Obiettivo 1), LA MIA TERRA, durante il prossimo settennio 2007&#452013. Come i fatti dimostrano, i Fondi stanziati durante il settennio precedente 2000&#452006 (12 Miliardi di Euro) sono andati ad alimentare il CANCRO che attanaglia la MIA TERRA. Questo cancro, fatto di Politica, Mafia e Massoneria, si è rinforzato e ha predisposto la rete per deviare anche i prossimi 12 Miliardi di Euro previsti per la MIA REGIONE. Come ben noto, ma purtroppo sottovalutato e taciuto, i fondi già stanziati, hanno avuto l&acute&#59effetto contrario a quello per il quale erano previsti. Non solo non permettono lo sviluppo, in cui ogni Calabrese onesto tanto spera, ma lo allontanano rendendo la popolazione della mia regione SCHIAVA DI LOBBY DI POTERE rafforzatesi tramite tali fondi. Ne sono la prova il fatto che: · costantemente i fondi vengono veicolati verso le solite aziende, il più delle quali nate e morte con il solo scopo di attingere a tale mole di denaro. · ad amministrare tali aziende ci sono personaggi ben noti, molti dei quali già indagati per corruzione o truffa. · per poter usufruire di tali fondi bisogna “oleare” meccanismi oramai CONSOLIDATI IN PATTI tra politica, malavita e istituzioni deviate. · non si è mai avuto un vero sviluppo: la gente continua ad essere RICATTATA con la promessa di un posto di lavoro che, in base ai fondi già stanziati, dovrebbe essere SCONTATO. Un posto di lavoro in questa terra VA PAGATO, e ciò non nobilita l&acute&#59uomo, ma lo rende definitivamente SCHIAVO. · chi cerca di indagare per fare luce e punire i corrotti, viene sistematicamente MESSO A TACERE E ALLA GOGNA dal Governo Centrale. CHIEDO, non da cittadino italiano – perché ormai non può più esistere il sentimento di appartenenza ad una Nazione il cui Stato è allo stesso tempo Anti&#45Stato (minando perfino i DIRITTI INALIENABILI dei suoi cittadini) – ma da CITTADINO EUROPEO, Vi CHIEDO vivamente di non permettere che questi Fondi vadano in mano a chi finora ha INCANCRENITO la MIA REGIONE e ORA PROGRAMMA SISTEMATICAMENTE DI SOFFOCARLA. Se veramente avete a cuore il nostro sviluppo e la nostra dignità, NON STANZIATELI! Francesco Maria Colacino Rende (CS) – ITALIA