Successo su fb della sagra di Donnici

Non cè dubbio, il rosso nettare degli Dei, non solo non passa mai di moda ma interessa sempre più la gente e soprattutto le giovani generazioni. Ne è la dimostrazione il grande successo dell’evento sul social network “facebook” oltre 8000 persone coinvolte di cui 1.600 aderiscono all’evento, numeri non da poco considerato il target circoscritto di fb, anche in relazione ad altri eventi locali che con difficoltà superano le 500 adesioni, certo in campo gli organizzatori non hanno messo solo internet ma hanno orchestrato una massiccia campagna multicanale, solo in tal modo si poteva vincere la battaglia contro il tempo dall’aggiudicazione dell’evento alla realizzazione dello stesso. A distanza di due giorni dalla serata inaugurale i soggetti coinvolti esprimono una valutazione positiva e di grande fiducia nel percorso preparatorio fatto, a dispetto di alcuni, per niente disinteressati che di sono esercitati nella critica preventiva. “Questo sicuramente è un territorio difficile”, convengono gli organizzatori, “ma non ci era mai capitato di essere stati oggetto di una sorta stalking per renderci il percorso più periglioso” ma la volontà popolare, la risposta della gente e soprattutto la partecipazione on line con messaggi di sostegno, peraltro molto simpatici e partecipativi, danno quella spinta in più per condurre in porto la XXX Sagra dell’uva e del vino di Donnici nel modo migliore. La scelta dell’Amministrazione comunale di valorizzare le risorse locali di eccellenza è una scelta non solo condivisibile ma anche auspicabile, niente vini sfusi negli stand enogastronomici ma solo e soltanto vino Donnici Doc, una scelta coraggiosa che segna un’inversione rispetto alle ultime sagre organizzate, che va sempre più verso il miglioramento della qualità in un settore importante come quello dell’alimentazione. Non dimentichiamo che questa edizione è anche ricca di eventi culturali e di spettacolo, dai concorsi di pittura, alla musica popolare con molti gruppi rock, ma soprattutto tutti a lezione di degustazione grazie alla presenza di tutte le associazioni dei Sommelier presenti sul territorio che sono ben sei, supportati da tutte le cinque cantine del Donnici Doc.