Una grande sconfitta per tuttti

Cari amici il senso di impotenza che ci coglie, rispetto alle vicende, legate alle inchieste del PM de Magistris, è grande. Non si trova conforto in nessuna idea, né tantomeno nella speranza che una decisione a lui favorevole rimetta le lancette dell’orologio indietro. Prendiamo atto della grande sconfitta della democrazia, della giustizia, di noi tutti cittadini italiani, una sconfitta perpetrata in modo non intelligente e subdolo ma in modo rozzo e prepotente, una metodologia che potrebbe essere definita caterpillar, irriguardosa delle prassi, delle leggi, della costituzione e della volontà popolare. Ciò dimostra quando giuste erano le denuncie espresse prima dal PM de Magistris ma supportate, poi anche da altri autorevoli e coraggiosi esponenti della magistratura, ma soprattutto quanto forti siano i poteri da lui messi allo scoperto, così forti da sottrarre a lui le inchieste, trasferire i suoi più fidati collaboratori, mandare a casa i periti che con lui hanno collaborato, ma cosa ancora più inquietante sottrarre tutto il materiale dell’inchiesta dalle mani di chi l’aveva raccolto. Su quello hanno messo le mani le forze dell’ordine, su mandato del P.G. facente funzione di Catanzaro, quelle stesse che hanno, attraverso i loro vertici promosso e trasferito il Capitano Zacheo uomo di fiducia di de Magistris. Non c’è che dire ecco la dimostrazione che i poteri forti e trasversali esistono, politica, servizi, forze dell’ordine e magistratura tutte insieme ad ordire trame e brigare contro un’indagine che li avrebbe e forse li ha messi a nudo. Quale istituzione da sola avrebbe potuto operare una così profonda ed orchestrata epurazione? Nessuna evidentemente. Il cerchio si chiude, il teorema è dimostrato, il popolo deve soggiacere supino, la Costituzione piegata ai poteri, la giustizia pure. Quali iniziative, forti ovviamente vanno intraprese per reagire, intanto avendo ricevuto il presente messaggio, è meglio leggerlo e pubblicarlo in tanti, iniziamo a difenderci ed a reagire, quando il gioco si fa duro i duri iniziano a giocare, scusate per i conati di vomito che vi verranno leggendo il documento, ciao g.Si tratta della relazione di Gen&#45chi sulle utenze di Mastel&#45la, http://www.genovaweb.org/materiali/rel_g_cz.pdf