WHY NOT: SERVE VIGILANZA DEMOCRATICA

Quanto denunciato oggi da L´Espresso e´un fatto grave che ripropone il tema del rapporto ambiguo fra magistratura e interessi economico politici, e rende ancora piu´ necessaria l´operazione di vigilanza democratica´. Lo afferma, in una nota, Luigi de Magistris, europarlamentare dell´dv, commentando l´;articolo apparso oggi sul settimanale dal titolo ´Saladino Connection´In Calabria prosegue l´ex pm di Catanzaro e titolare dell´;inchiesta Why Not- il Consiglio Superiore della Magistratura, come accaduto anche in Campania, ha trasferito quei magistrati che hanno contrastato la corruzione e il crimine organizzato, scegliendo invece di lasciare ben saldi al loro posto quanti hanno co-gestito il potere insieme a politici, imprenditori e professionisti. Magistrati indagati di reati gravissimi, che sarebbero incompatibili con l´esercizio delle funzioni giudiziarie quanto meno in Calabria; magistrati addirittura arrestati o collusi con ambienti criminali che stanno devastando la Regione´L´Italia dei Valori e la societa´ civile – conclude de Magistris – difendono l´ndipendenza della magistratura: realmente non a parole, come fa certa parte della nomenklatura togata. Staremo sempre vicino a magistrati con la schiena dritta e sempre contrasteremo il progetto che vuole ridurre la magistratura ad articolazione del regime´. (ANSA).